/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

domenica 28 agosto 2011

Hurricane Irene: gli aggiornamenti -2-

"È COME ESSERE
DENTRO UNA MACCHINA
DURANTE IL LAVAGGIO"
LA PAURA È PASSATA,
ADDIO IRENE!!!

La dottoressa Cristina Castelli, direttore di sviluppo clinico in un'azienda privata di New York, nel campo della ricerca farmaceutica, continua a raccontare a Pramzanblog, in diretta, come sta vivendo con i suoi bambini Nicholas e Isabella, l'aggressione dell'uragano Irene sulla "Grande Mela" - "La violenza di Irene varia da area a area" - "Qui da me il vento sembra essersi calmato"

Continua il racconto "in diretta", da New York, di Cristina Castelli, che descrive quello che sta succedendo attorno a lei e ai suoi due figli, Nicholas, 9 anni e Isabella, 7, mentre l'uragano Irene sta investendo la "Grande Mela". In un precedente servizio ci ha spiegato, al telefono, come con i suoi bambini ha affrontato l'attesa. Adesso continua, con brevi messaggi, a fare la cronaca di quello che sta succedendo.
AGGIORNAMENTI
Ore 20:27 di New York (2:27 italiane): "Pericolo di tornado fino alle 5 del mattino. New York sembra essere nell'occhio del ciclone (uragano) che dovrebbe essere meglio per noi. Il peggio è previsto per le 8 del mattino (2 del pomeriggio per voi)".
Ore 1:54 di New York (7:54 italiane): "Non molti dormono, come si può notare dalle luci accese nei palazzi. Il rumore del vento non te lo permette".
Ore 2:21 di New York (8:21 italiane): "Mi viene in mente la storia dei tre porcellini. Se avessimo la casa di paglia o di legno saremmo già volati via. Speriamo che questa tenga, come nella favola!!!"
Ore 6:27 di New York (12:27 italiane): "Se guardi le finestre ti sembra di essere dentro la macchina quando la porti a lavare. Anche i rumori sono simili!"
Ore 7:12 di New York (13:12 italiane): "Parlando con amici, la situazione varia tantissimo da area a area. Qui da me il vento sembra essersi calmato, mentre la poggia è incessante. La differenza cn la pioggia che vedi durante i temporali è che questa continua ad essere fortissima e non si alterna con momenti di pioggia più lieve"
Ore 8:56 di New York (14:56 italiane): "Ancora un tornado watch fino alle 11"
Ore 9:46 di New York (15:46 italiane): "Sta migliorando, ma sembra che dobbiamo passare il picco delle 11 del mattino per dire addio a Irene. Alle 11 aspettano le onde al massimo (highest water tide)"
Ore 12:04 di New York (18:04 italiane): "IL CIELO È CHIARO, non piove e il vento è lieve... Credo che sia venuto il momento di dire addio a Irene. La gente inizia ad aprire le finestre e spazzare le terrazze delle brownstones"
Ore 12:10 di New York (18:10 italiane): "ANCHE NOI ABBIAMO APERTO LE FINESTRE! Credo che se stiamo lontani dai parchi (per il pericolo di rami e piante che potrebbero cadere) possiamo uscire!!! Domani sono sicura che sarà "business as usual" anche con l'inconveniente dei danni che Irene ha lasciato..."
(Nelle foto: 1) L'uragano Irene; 2) Cristina Castelli; 3) La Castelli con i figli Nicholas e Isabella; 4) La quiete dopo latempesta; 5) Un giardino "visitato" da Irene; 6) Organizzazione giapponese)




Nessun commento: