/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

sabato 23 luglio 2011

Uno "strajè" al mondiale di deltaplano

FILIPPO, SOGNI IRIDATI È cominciata ieri sul Monte Subasio, in Umbria, l'avventura del parmigiano Filippo Oppici (strajè a Mendon, Massachusetts), al mondiale di deltaplano - Il suo obiettivo è di riconfermare il titolo mondiale conquistato con la squadra due anni fa - Inizio positivo per gli azzurri
Forza Filippo. Dopo i rinvii a causa del forte vento, è cominciato ieri sul Monte Subasio, in Umbria, il 18° campionato del mondo di deltaplano, al quale partecipa il parmigiano Filippo Oppici (strajè a Mendon, Massachusetts) che fa parte della nazionale italiana, con la quale ha già vinto il titolo mondiale due anni fa (e l'europeo l'anno scorso). Il suo obiettivo ovviamente è quello di bissare il titolo a squadre. L'esito della prima prova è stato abbastanza favorevole agli azzurri e dopo la prima prova Oppici era soddisfatto. "Non sono qui per vincere il mondiale individuale", ha detto "ma per dare il mio contributo alla squadra. Dopo la prima prova sono contento". Nota pramzàna: Oppici non è l'unico parmigiano al mondiale. L'ufficio stampa della manifestazione è curato da Barbara Valla, di Collecchio.
(Nelle foto: 1) Filippo Oppici); 2) La nazionale italiana al mondiale (Oppici è il secondo da sinistra della fila in alto)

Nessun commento: