/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

lunedì 18 luglio 2011

La nuova puntata di "Su il sipario"

UNA BELLA INTERVISTA
DI PAOLO ZOPPI

A ENRICO GIUSEPPE IORI

Zoppi ha dedicato la nuova puntata di "Su il sipario" al noto basso medesanese, che ha incontrato a Parma pochi giorni prima che il cantante venisse chiamato improvvisamente dalla Scala per una recita di "Attila" - Qui Iori ha sostituito con grande successo il basso bulgaro Orlin Anastassov, come già gli era capitato due volte negli anni scorsi
Assolutamente tempista Paolo Zoppi, che l'11 luglio, per la sua rubrica "Su il sipario", ha intervistato il basso parmigiano (di Medesano) Enrico Giuseppe Iori, da anni "habituè" dei palcoscenici più prestigiosi. Pochi giorni dopo infatti, e precisamente il 14 luglio, mentre l'intervista era già impaginata e pronta per essere pubblicata, il cantante, che stava recandosi a Torre del Lago per le prove di Turandot del Festival Puccini, nel ruolo di Timur, è stato chiamato dalla Scala di Milano per sostituire il basso bulgaro Orlin Anastassov nell'ultima recita di Attila. E il giorno dopo ha cantato, riscuotendo grande successo.
"Anastassov ha dato forfait e i dirigenti della Scala avrebbero dovuto sostituirlo con Michele Pertusi, che era già stato Attila nella stessa produzione in tre recite", ci ha detto Iori "ma Michele ormai era a Londra per le prove di Guglielmo Tell e allora hanno chiamato me. Mi sono precipitato a Milano e mi sono fatto trovare pronto. È stata un'ottima occasione, che ho colto al volo. Avevo già cantato alla Scala, ma anche questa è stata una grande esperienza, che potrebbe aprirmi nuovi orizzonti. Curioso il fatto che ho sostituito Anastassov per la terza volta nella mia carriera.
In questi ultmi anni avevo già preso il suo posto proprio in un'Attila, al Teatro Filarmonico di Verona e in un Nabucco a Nizza. Dopo il successo alla Scala, adesso sono già a Torre del Lago per le prove di Turandot, opera nella quale canterò il 7, il 13 e il 26 agosto".
Cliccate qui sotto per leggere l'intervista "ante-Scala" di Zoppi a Enrico Giuseppe Iori.

(Nelle foto: 1) Il basso Enrico Giuseppe Iori con Paolo Zoppi; 2) Iori nel ruolo di Attila)
LEGGETE SU IL SIPARIO

Nessun commento: