/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

lunedì 4 luglio 2011

Il primo Memorial Saponara -2-


IL VESCOVO CALCIATORE
Come annunciato, il Vescovo di Parma, monsignor Enrico Solmi, ha partecipato in veste di calciatore al torneo di calcio a sette in memoria di Francesco Saponara - Si è presentato con la divisa del Modena (lui è modenese) poi ha giocato sia con gli Amici di Alberi, sia con i Giornalisti



































Che Vescovo. Una volta c'era un papa polacco che nuotava, sciava, scarpinava sulle montagne. Ora c'è un vescovo modenese (interistissimo) che gioca al pallone (e neanche male, da centrocampista), ma col caschetto per proteggersi da eventuali incidenti di gioco. In passato infatti, per una pallonata, ci lasciò perfino la retina di un occhio, ed è per questo indossa un caschetto da hockey. Monsignor Enrico Solmi aveva promesso al parroco di Alberi, don Rosolo Tarasconi, che avrebbe partecipato, in veste di calciatore, al 1° Memorial Francesco Saponara, e ha mantenuto la promessa. È arrivato già in divisa, con quella del Modena calcio (lui è modenese, ed è stato anche cappellano del Modena) e per un po' ha indossato quella maglia, ma poi schierandosi un po' con gli Amici di Alberi (che hanno vinto il torneo) e un po' con i Giornalisti, ha indossato anche quella dei giornalisti. Spigliato, sicuro di sé in campo, il vescovo si è divertito e ha divertito tutti i presenti. Ed è stato anche intervistato da Antonio Farnè, presidente Ucsi, per la Rai Emilia Romagna.
(Foto di Enrico Maletti e Cristina Cabassa)
CLICCARE SULLE FOTO PER INGRANDIRLE
IL SERVIZIO DI PARMAINDIALETTO
LA GALLERIA FOTOGRAFICA SU STADIOTARDINI.COM

Nessun commento: