/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

sabato 4 giugno 2011

Parma che non c'è più -1-

AH, QUANTA NOSTALGIA!
Nella storica serie "Le cento città d'Italia illustrate" pubblicata dalla Casa editrice Sonzogno di Milano dal 1887, abbiamo trovato, a pagina 11 del fascicolo dedicato a Parma, questa fotografia di Traldi del monumento a Verdi, costruito nel piazzale della stazione a firma dello scultore Ettore Ximenes e dell'architetto Lamberto Cusani. Tutti sappiamo come andò a finire: le bombe del '44 lo danneggiarono parzialmente e la mancanza di lungimiranza degli amministratori di allora lo abbandonò al suo destino, disperdendo le statue e relegando l'ara in un angolino. Ah, quanta nostalgia...

Nessun commento: