/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

sabato 4 giugno 2011

Nuovo successo della banda "Verdi" di Busseto

TRE GIORNI
INDIMENTICABILI
IN AUSTRIA
Qualche settimana fa il gruppo bandistico bussetano diretto da Alessandra Tamborlani ha riscosso un grande successo in un meeting internazionale a Wolfsberg, in Carinzia, al quale hanno partecipato quindici gruppi bandistici

È già passata qualche settimana, ma Pramzanblog non può esimersi dal segnalare un importante successo ottenuto in Carinzia, bellissima regione austriaca, dalla Banda "Giuseppe Verdi" di Busseto, che ha partecipato, assieme ad altri 14 gruppi bandistici, al 57° Meeting "Suonare in montagna" organizzato a Wolsberg, nella Valle di Levant, dalla Bergkapelle St. Stefan. Il momento clou della manifestazione è stato l’esibizione di ben dieci bande nello stadio cittadino davanti ad un folto pubblico. Nella stessa serata, presso la Casa della Musica di Wolfsberg, quattro bande, tra cui la compagine bussetana, si sono alternate sul palco per il concerto ufficiale. Sulle note del Va pensiero il pubblico presente ha iniziato a cantare ed alla fine un’autentica ovazione è stata attribuita ad Alessandra Tamborlani, splendido direttore ed autentica dominatrice del palcoscenico. “Siamo orgogliosi di aver rappresentato l’Italia con la musica di Giuseppe Verdi", ha detto il presidente della Banda "Verdi", Massimo Comati. "Ci siamo confrontati con una cultura ed una realtà musicale diversa dalla nostra. In quelle zone ogni paesino ha la sua banda ed esistono persino le "bande di fabbrica", infatti piccole industrie della valle hanno una loro banda. Le amministrazioni mettono a disposizione locali e cospicui fondi da destinare alla cultura e all’attività musicale popolare; purtroppo da noi è l’esatto contrario e, se non ci saranno inversioni di tendenza, sarà sempre più faticoso svolgere attività culturale". Sicuramente la Bergkapelle “St. Stefan” verrà in visita a Busseto nel 2013 in occasione del "Bicentenario Verdiano".

Nessun commento: