/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

giovedì 16 giugno 2011

Le riprese di un documentario su Maria Luigia

TRA LA DUCHESSA
E I NOBILI

C'ERA ANCHE...
MISTER PRAMZANBLOG

Nel pomeriggio il Teatro Regio è diventato un set per alcune riprese di un film documentario di Mauro Biondini che sarà presentato nello stesso teatro nel prossimo aprile - È stata ricostruita la storica serata in cui, nel maggio del 1829, fu inaugurato, per volere della duchessa, il tempio della lirica - Nei panni della sovrana era il noto soprano Paola Sanguinetti, circondata da veri nobili come la marchesa Zaira Dalla Rosa Prati, la marchesa Gabriella Pallavicino, il principe Diofebo Meli Lupi di Soragna, e altri tre personaggi, come il professor Giovanni Godi, Luigi Raffaelli e Achille Mezzadri, nei panni del cardinal Remigio Crescini, vescovo di Parma

di ACHILLE MEZZADRI
Domani dedicherò un ampio servizio e altre gallerie fotografiche al magico pomeriggio che ho vissuto a Parma, al Teatro Regio. Ho partecipato infatti, come figurante, alle riprese di un film documentario che il virtuoso Mauro Biondini, già autore di straordinari documentari che hanno avuto grande successo, sta girando sulla figura della Duchessa Maria Luigia e che sarà presentato nel prossimo aprile nello stesso teatro. Stasera, appena tornato da Parma, voglio dare solo un accenno a quello che è avvenuto, allegando un paio di fotografie. Oggi Biondini ha diretto (ed è proprio bravo) le riprese che hanno ricostruito la storica inaugurazione del Teatro Ducale (ovviamente allora non poteva che chiamarsi così) avvenuta il 16 maggio 1829. Sul palco ducale, accanto alla Duchessa (interpretata dal noto soprano Paola Sanguinetti) c'erano nobili veri, come la marchesa Zaira Dalla Rosa Prati, la marchesa Gabriella Pallavicino e il principe Diofebo Meli Lupi di Soragna e altri tre personaggi, il professor Giovanni Godi, storico dell'arte (nei panni dell'architetto Nicola Bettoli che progettò il teatro), Luigi Raffaelli (ambasciatore dell'arciduca leopoldo di Toscana) e .... Achille Mezzadri, cioè il sottoscritto, nei panni del cardinal Remigio Crescini, vescovo di Parma. Sono state poi effettuate riprese (Videopress di Lorenzo Moreni, con Donatella Coiro) in altri palchi, dove i figuranti, che rappresentavano l'alta borghesia e il popolo, erano tutti coristi della Corale Verdi. Maestro dei costumi una firma molto nota del settore, Artemio Cabassi. Tutti i particolari domani, con la descrizione di un pomeriggio da non dimenticare e un sacco di foto. A domani. (a.m.)

NON PERDETE LA GAZZETTA DI PARMA DI DOMANI, CON AMPIO SERVIZIO
(Foto - CLICCARE PER INGRANDIRE - di Steve Mezzadri)

IN FONDO ALLA HOMEPAGE C'È GIÀ LA PRIMA GALLERIA FOTOGRAFICA

Nessun commento: