/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

mercoledì 8 giugno 2011

Le interviste di Pramzanblog: Enrica Adorni

“CON LE MIE SCULTURE
COMBATTO
LO STRESS DA MAMMA”

La Adorni sarà tra gli artisti che sabato prossimo daranno vita alla terza edizione della manifestazione “La notte degli artisti tra i borghi”, che si svolgerà nei borghi del centro storico dalle 18,30 fino a notte inoltrata - Assieme ad altri tre “colleghi” eseguirà una scultura “in diretta”, con un giovane modello, campione di fitness - “Da ragazza pensavo di diventare archeologa o architetto, invece poi ho fatto l’avvocato - “Da una decina d’anni mi dedico alla scultura: cominciai per riuscire, tra l’altro, a difendermi dall’ansia che mi procurava la maternità” - “Grazie alle sculture ho raggiunto l’equilibrio, anche se ovviamente il mio primo pensiero è per i figli” - “A Parma ci sono molte statue belle: amo quelle di Boudard, i du Brassè e anche la Vittoria alata” - “Mio marito è austriaco, ma sa dirmi anche: co’ vót?”
di ACHILLE MEZZADRI
Sabato prossimo, tra gli oltre cento artisti che animeranno la terza edizione di La notte degli artisti tra i borghi, una delle più riuscite creazioni di Fabrizio Pallini, attivo presidente dell’associazione “I nostri borghi” (comunque non da solo: con l’aiuto di Giuseppe Capotorto, responsabile del progetto e di Roberto Venturini, di Videotype, responsabile organizzativo) ci sarà anche lei, Enrica Adorni, bionda signora dallo sguardo dolce e dal temperamento d’acciaio, madre di professione (e per amore) nonché scultrice per passione, che invece di seguire le mode e le avanguardie, va...........
(cliccare sulla foto per ingrandire)
LEGGETE L'INTERVISTA COMPLETA

1 commento:

Anonimo ha detto...

Scultrice di grande talento.
Ed anche scrittrice.
E bellissima.
E modesta.