/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

lunedì 27 giugno 2011

Il caos di Parma -2-

ULTIMISSIME
DAL PALAZZO
CHE SI
SGRETOLA:
SI È DIMESSO ANCHE
L'ASSESSORE PELLACINI

Sta lasciando i segni, e devastanti, l'affaire "Green Money" - Dopo le dimissioni dell'assessore ecco le dimissioni dell'assessore alle politiche abitative Giuseppe Pellacini, dell'Udc, che ha detto: "l'amicizia con il sindaco viene da lontano e resta immutata, ma un fatto è l'amicizia, un altro fatto è questa vicenda politico-amministrativa". La diga è rotta. Cosa succederà? Cosa sta per succedere? Pärma... povrén'na...
PARMA.REPUBBLICA
GAZZETTA DI PARMA

1 commento:

pramzanserass ha detto...

E' inutile dire che siamo sgomenti e attoniti. In questi anni abbiamo più volte scritto, commentato i lavori e i "non-lavori" che si succedevano a Parma.Il dispiacere non solo nasce dalla consapevolezza che ( se dimostrati i fatti accusatori)eravamo in balìa di soggetti dediti al furto e allo "zerbinismo". Ma che la città sta pagando inequivocabilmente una continua e opaca discesa agli inferi. Dove il Dio danaro tutto può e nulla lascia di vano nel cercare con tutte le proprie forze, di tenerselo e distribuirlo agli "amici di gozzoviglie". Dispiace per l' Assessore Sommi che ben ha incarnato tutta la pagina culturale della città negli ultimi anni, riaprendo tesori nascosti come S.Marcellino e organizzando mostre passate ormai alla storia della città (vedi Correggio). Ma bisogna ricordarsi anche del restauro "loft" del Palazzo del Governatore. Di una mancata riuscita di un tour che mostrasse a turisti e pramzani le bellezze nascoste della città.lo scempio dell' Ospedale Vecchio non saprei a chi imputarlo. In città si parla delle rose del Lungoparma ma quando si arriverà a prendere posizione su argomenti come quest' ultimo saremmo già lontani nel tempo. Ci ricorderemo della Ghiaia allora??? Ricorderemo le opere d' arte lontane e inacessibili (l' Abbazia di Valserena)??? Ricorderemo San Francesco del Prato e la vergogna che ci ispira quando la osserviamo cadente in tanta bellissima magnificenza??? Mortificare la città è diventato fin troppo semplice. Troppo facile.