/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

lunedì 2 maggio 2011

Stamattina su Raitre

IL BUONGIORNO
DI MAJO

Gabriele Majo, il vulcanico curatore di Stadiotardini.com, ex responsabile dell'ufficio stampa del Parma calcio, è stato ospite di Buongiorno Regione, il programma mattutino di news, informazioni di servizio e approfondimento della Tgr Rai Emilia Romagna - Intervistato da Ivan Epicoco, ha parlato delle squadre emiliane di serie A e, in particolare, della squadra crociata, ora allenata da Franco Colomba


Majo di qui, Majo di là, sono il factotum della ittà. Si potrebbe definire così, simpaticamente, Gabriele Majo, giornalista eclettico, capace di farne una e pensarne cento, vulcanico curatore del sito Stadiotardini.com, una specie di "alter ego" (con peculirità tutte sue) del sito ufficiale della società crociata. Non a caso Majo, fino a due anni fa, curava proprio l'ufficio stampa della società presieduta da Ghirardi. Ebbene, questo Majo che, nell'ambiente calcistico, te lo trovi in ogni ora e in ogni luogo (forse ha il prezioso dono dell'ubiquità), ma che oltretutto sa anche fare incursioni fuori dal seminato (perfino concerti), questa mattina ha dato il buongiorno a tutti i parmigiani che hanno la fortuna di vedere Raitre e, specificamente, dalle 7,30 alle 8, il programma mattutino "Buongiorno Regione", condotto da Ivan Epicoco, vicecaporedattore della Rai di Bologna. Questo programma tratta un po' di tutto, dalla politica alla meteorologia, ma questa mattina ha scelto come tema il calcio. E allora Epicoco si è detto: chi chiamare, da Parma, se non Majo, che di calcio emiliano se ne intende e come? Così Majo è andato a Bologna e ha "occupato" lo spazio a sua disposizione parlando per una decina di minuti scarsi delle squadre emiliane di serie A, ma, e ti pareva, in particolare del Parma. Così ha spiegato a Epicoco perché il Parma si è trovato, fino alla fine della gestione Marino, a rischio retrocessione e come ce l'ha fatta (ormai sembra quasi certo - tocchiamo tutto il toccabile-) a uscire dal pantano. Gabriele è abbastanza di casa alla Rai, dove ha un sacco di amici e colleghi che lo conoscono e lo stimano. Tipo Mino Farolfi, a Bologna, e i radiocronisti di RadioRai, Tonino Raffa, Giovanni Scaramuzzino, Manuele Dotto... Perché Majo è un ottimo giornalista e molti (Pramzanblog compreso) hanno potuto usufruire della sua preziosa collaborazione, dei suoi tantissimi contatti. Al punto che Pramzanblog l'ha più volte perfino definito "il facilitatore". Ebbene, può sembrare assurdo ma è la verità: a questo collega prezioso, da quando ha dovuto lasciare il Parma calcio, non è stato ancora offerto un approdo sicuro. Mah...

VEDETE QUI MAJO A BUONGIORNO REGIONE

Nessun commento: