Canzone natalizia del dicembre 2011 dedicata a tutti i parmigiani. Testo e musica di Achille Mezzadri, arrangiamento di Roberto Barrali, Coro delle Voci Bianche della Corale Verdi diretto da Beniamina Carretta. Produzione dell'allora (poi defunto) "Superblog pramzàn" (Pramzanblog di Achille Mezzadri, Parmaindialetto di Enrico Maletti e Stadiotardini.com di Gabriele Majo). Con: Vittorio Adorni, Luciano Armani, Monica Bertini, Mauro Biondini, Alberta Brianti, Robi Bonardi, Paolo Bucci, Giancarlo Ceci, Carlo Chiesa, Claudia Corbani, Zaira Dalla Rosa Prati, Tonino Fereoli, Armando Gabba, Gino e Dino, Gabriele Majo, Enrico Maletti, Corrado Marvasi, Achille Mezzadri, Alberto Michelotti, Edda Ollari, Maria Francesca Piedimonte, Victor Poletti, Francesca Strozzi, Paola Sanguinetti, Lorenzo Sartorio, Maurizio Trapelli (Al Dsèvod, secondo la grafia della Famìja Pramzàna), Daniele Villani, Paolo Zoppi. Riprese di Steve Mezzadri e Pietro Maletti. Montaggio di Steve Mezzadri. Sigle di Pietro Maletti. Realizzazione del video nella Sala Gandolfi della Corale Verdi.

O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


mercoledì 4 maggio 2011

Da sabato la sesta edizione di “Fiori musicali”

I PIÙ GRANDI ORGANISTI
A PARMA PER RISCOPRIRE
TESORI DIMENTICATI
Pramzanblog ha intervistato Francesco Saverio Pedrini, l’ideatore di “Fiori musicali”, il Festival Organistico Internazionale che, giunto alla sesta edizione, comincerà sabato 7 maggio nella chiesa di San Sepolcro, con un concerto di Alessio Corti - “Il Festival nacque nel 2006”, dice il maestro Pedrini “proprio in occasione del restauro dell’organo di San Sepolcro” - “Lo scopo era, e continua ad essere, quello di riaccendere l’interesse attorno ai preziosi organi, una quindicina, che ci sono nelle chiese di Parma, e che, nella maggior parte hanno bisogno di restauri” - “Vivo a Basilea, dove lavoro, ma grazie al Festival, che richiama a Parma i più grandi organisti del mondo, riesco a restare in stretto contatto con la mia città”














di ACHILLE MEZZADRI
Sapevate che nelle chiese di Parma, a partire da quello del Duomo, ci sono organi straordinari, che in molti Paesi del mondo ci invidiano? Sapevate che alcuni di questi, pur tesori inestimabili, versano in condizioni molto critiche e che avrebbero bisogno di restauri urgenti? Sapevate che i più grandi organisti fanno a gara per partecipare ogni anno, dal 2006, a Parma, a Fiori musicali, Festival Organistico Internazionale? Ecco, forse, a parte gli addetti ai lavori e a tutti coloro che negli anni scorsi hanno avuto un incontro ravvicinato con il festival, forse non è ancora di dominio pubblico l’esistenza, nella nostra città, di organi di straordinario valore. Ma grazie al festival e alla caparbietà di tre organisti parmigiani, Giovanna Emanuela Fornari, presidente dell’Accademia organistica di Parma, Francesco Saverio Pedrini, vicepresidente e Simone Campanini, l’attenzione attorno a questi “tesori dimenticati”, che sono una quindicina, è in crescita. Pian pianino, anno dopo anno, l’interesse aumenta e..............
(Nelle foto: 1) La locandina del festival; 2) Da sinistra: Francesco Saverio Pedrini, Giovanna Emanuela Fornari e Simone Campanini)
LEGGETE L'ARTICOLO COMPLETO

Nessun commento: