/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

venerdì 1 aprile 2011

Appuntamento alla Casa della Musica

DOMANI RIVIVONO
LE VOCI
DI ITALO
E
GIORDANO FERRARI

Si conclude domani pomeriggio (ore 17) alla Casa della Musica il ciclo "Burattini in cattedra", con lo spettacolo "Sandrone reduce dai bagni di Salsomaggiore", un omaggio al capostipite della grande famiglia di burattinai, nel cinquantenario della scomparsa - Sarà anche l'occasione per riascoltare la voce di Italo e del figlio Giordano nel 1950

Daniela e Giordano Ferrari, i proseguitori dell'arte della celebre famiglia di burattinai, hanno invitato in questi giorni i parmigiani a un evento molto particolare, che si svolgerà domani, sabato 2 aprile, alle 17, alla Casa della musica. Si tratta della conclusione del ciclo di convegni intitolato "Burattini in cattedra", con l'argomento dal titolo "Italo Ferrari, il nuovo burattinaio del Novecento", a cura di Remo Melloni. Già questo sarebbe un buon motivo per accogliere l'invito dei due cugini Daniela (figlia di Luciano Ferrari) e Giordano (figlio di Gimmi), visto che si concludono le celebrazioni per il cinquantenario della scomparsa del capostipite della famiglia di burattinai, Italo. Ma c'è un motivo in più, e molto sfizioso, per andare domani alla Casa della musica. Perché, come omaggio al grande Italo (che non fu solo burattinaio, ma attore, scrittore, poeta e tante altre cose) ci sarà lo spettacolo "Sandrone reduce dai bagni di Salsomaggiore" e si potranno ascoltare le voci di Italo e del figlio Giordano nel 1950. Un pezzo di storia minima della nostra città. Sarebbe un vero peccato mancare.
(Nelle foto: 1) Italo ferrari; 2) La famiglia Ferrari nel 1955. Italo è in piedi, Giordano è, seduto, il primo a destra)

Nessun commento: