O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


martedì 8 marzo 2011

Mistero a "Corri con un'amica"

MA CHI ERA
L'INFILTRATO CON
PARRUCCA?

Alla non competiviva di oggi pomeriggio di 5 chilometri che dalla Cittadella ha raggiunto via D'Azeglio attraversando le vie cittadine, per celebrare la Festa della donna, ha partecipato anche un "infiltrato", con parrucca e mascherina

L'idea era buona ed ha avuto un buon successo: corsetta - allenamento di cinque chilometri dalla Cittadella a via D'Azeglio. Corsetta chiamata "Corri con un'amica", per celebrare la festa della donna. Bel percorso: Cittadella, via Farini, via Cavour, piazza Duomo, borgo del Naviglio, viale Mentana, via Garibaldi, la Pilotta, Parco Ducale, piazzale Santa Croce e via D'Azeglio, per arrivare a farsi una birra all'Underground. Tutto ok, molte donne e anche qualche uomo. Ma soprattutto un "infiltrato", che non ha voluto farsi riconoscere ed ha corso a fianco di una bella ragazza, Elisabetta, con una parrucca nera e una mascherina. Non è passato inosservato, ovviamente ed è stato anzi guardato con sospetto. Ma chi era? Cliccate il link e lo saprete.
L'INFILTRATO

Nessun commento: