/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

martedì 1 febbraio 2011

Una foto, una storia -158-

LA FAVOLA
DEI CANTARELLI
A SAMBOSETO

C'era un tempo in cui, "andare a Samboseto", significava una sola cosa. Voleva dire che si era prenotato un pranzo (o una cena) fuori dal normale, nel senso dell'eccellente qualità. Perché a Samboseto c'era una trattoria speciale, alla quale si accedeva passando per una bottega di salumi. La trattoria Cantarelli, la Mirella in cucina, il Peppino a proporre vini deliziosi. Di lì c'è passato mezzo mondo buongustaio. Volete riassaporare quell'atmosfera, rileggere quella favola finita nel 1983? Allora leggete la nuova puntata della rubrica "Una foto, una storia", che Giovanni Ferraguti firma con lo pseudonimo di Gion Guti.

Nessun commento: