O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


venerdì 18 febbraio 2011

Gli strajè: Filippo Oppici

UN CAMPIONE
DELLO SPORT

FRA SALAMI
E PROSCIUTTI

Tra le storie dei tanti parmigiani strajè nel mondo spicca quella di Filippo Oppici, ex giovane campione di pallavolo, poi paracadutista, maratoneta e campione del mondo di deltaplano, ed ex architetto, che si è trasferito negli Stati Uniti dove esercita la professione che fu del padre: dirige salumifici - Vive a Mendon, negli Stati Uniti, dove viene periodicamente raggiunto da moglie e figlia - “Grazie alle moderne tecnologie”, dice “il mondo è diventato piccolo piccolo e si soffre meno di nostalgia” - “Io vedo mia moglie su Skype almeno cinque volte al giorno” - “Il dialetto mi piace e mi piacerebbe che lo imparasse anche mia figlia” - “A luglio con la Nazionale italiana di deltaplano cercheremo di riconfermare il nostro titolo mondiale in Umbria”












di ACHILLE MEZZADRI

Sport e salumi: può essere un abbinamento? Per Filippo Oppici, classe 1968, strajè da tre anni a Mendon, Massachusetts, sì. Suo padre, Mario, detto Mascarón -poi spiegheremo perché- dirigeva salumifici. E lui, che aveva studiato per fare l’architetto e che l’architetto l’ha fatto davvero per una decina d’anni, dirige salumifici. Però negli States. Vive a Mendon, Massachusetts, ma lavora a Pascoag, Rhode Island, venticinque minuti di macchina avanti e indietro, tra esaltanti verdi praterie. Uno strajè che vive tra i salumi, ma che addosso ha un sacco di medaglie sportive, del passato e del presente. Pallavolo, paracadutismo, maratona, deltaplano. Addirittura campione del mondo a squadre, con l’Italia, in quest’ultima specialità. Infanzia a Felino, patria dei salumi (e ti pareva) poi.........
(Filippo Oppici tra la moglie Cristina e la figlia Valentina)
LEGGETE L'ARTICOLO COMPLETO

Nessun commento: