/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

sabato 8 gennaio 2011

Una foto, una storia -149-

"MALIZIA"
SI RIFUGIÒ
NEL NOSTRO
APPENNINO

Nel 1973 l'attrice italiana più "in" era Laura Antonelli, per la sua intepretazione in "Malizia" di Salvatore Samperi. Tutti parlavano di lei e i fotografi la seguivano ovunque. Ma a un certo punto, in piena estate, Laura scappò, per liberarsi dall'assedio dei fotoreporter. Solo uno, il solito Giovanni Ferraguti, riuscì a "beccarla" nel suo rifugio presso l'amico sarto Mosè Bottazzi, a Rusino, nell'Appennino Parmense. Ma qual era il vero motivo per il quale i fotografi braccavano "Malizia"? Per saperlo basta leggere la nuova puntata di "Una foto, una storia", cliccando qui sotto.
LAURA ANTONELLI NELL'APPENNINO PARMENSE

Nessun commento: