O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


mercoledì 26 gennaio 2011

Stagione lirica 2011

L'ANTEPRIMA DELLA
"FORZA DEL DESTINO":
TANTI APPLAUSI
Buone le premesse per la "prima" di dodopodomani - L'anteprima della Forza del destino andata in scena oggi pomeriggio al Teatro Regio è andata bene
Alla fine applausi convinti per tutti, per il direttore d'orchestra, Gianluigi Gelmetti, per il coro diretto da Martino Faggiani, per
Dimitra Theodossiou (Leonora), per Aquiles Machado (Alvaro), per Vladimir Stoyanov (Don Carlo), per Mariana Pentcheva (Preziosilla), per Carlo Lepore (fra Melitone). Qualche perplessità per la regia, scene e costumi di Stefano Poda. Questo il sintesi quello che ci ha riferito il nostro critico musicale Paolo Zoppi, che ha assistito a questa prova generale. "Primi due atti un po' in sordina, si è notata qualche titubanza, forse un'eccessiva prudenza", ci ha detto "però non ci sono stati problemi veri e propri. Poi ottimi il terzo e il quarto quarto atto, che hanno sollevato perfino entusiasmi. Certamente una buona premessa per la "prima" di venerdì".

Nessun commento: