/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

domenica 30 gennaio 2011

Quelle che il basket - Serie A1

GRANDE LAVEZZINI
CONTRO
LA BESTIA NERA

La squadra di coach Procaccini, finalmente al completo, al PalaCiti si è fatta un sol boccone del Club Atletico Faenza, avversario molto ostico, contro il quale ha dovuto soccombere molto spesso - Il risultato, 61 a 38, la dice lunga

La bestia nera, il Club Atletico Faenza, oggi al PalaCiti è diventata un agnellino sacrificale e contro un Lavezzini finalmente al gran completo, ci ha rimesso le penne. A metà gara sotto di dieci punti (31 a 21 a favore delle gialloblu), le romagnole alla fine sono state quasi "ridicolizzate", concludendo il mastch a meno 23 (61 a 38) per le ragazze di coach Procaccini. Dopo tante partite sfortunate, a volte concluse con la sconfitta proprio alla fine del match, finalmente si è rivisto un Lavezzini sicuro di sé, vincente, anzi trionfatore.
Determinante l’innesto della neo arrivata Sauret, Antibe è la solita miglior marcatrice con 17 punti e fantastico quarto periodo di Mauriello. Questo in estrema sintesi la chiave dell’incontro giocato al PalaCiti valido per il quarto turno di ritorno. Tutte e tre le atlete, infatti, terminano in doppia cifra oggi, ma prova di gruppo esaltante con il capitano Franchini a dare la carica giusta. Soprattutto Mauriello show nel quarto periodo, con un totale nel mach di 14 punti.Standing ovation all'uscita di Sautet: tutto il pubblico del PalaCiti in piedi. È l’innesto che serviva a questa squadra. Ha carisma ed esperienza da vendere. Parma sale quindi a quota dieci punti in classifica e si preparerà in settimana per la difficilissima trasferta di domenica prossima ad Umbertide, dove affronterà la Liomatic dell’ex Zara e tenterà ancor di più di ricucire il disavanzo di punti che le rimangono per cercare ancora di entrare nella griglia dei playoff. Giocando come si è giocato oggi, tutto è ancora possibile.

(Nelle foto: 1) Audrey Sauret; 2) Paola Mauriello)

Nessun commento: