Canzone natalizia del dicembre 2011 dedicata a tutti i parmigiani. Testo e musica di Achille Mezzadri, arrangiamento di Roberto Barrali, Coro delle Voci Bianche della Corale Verdi diretto da Beniamina Carretta. Produzione dell'allora (poi defunto) "Superblog pramzàn" (Pramzanblog di Achille Mezzadri, Parmaindialetto di Enrico Maletti e Stadiotardini.com di Gabriele Majo). Con: Vittorio Adorni, Luciano Armani, Monica Bertini, Mauro Biondini, Alberta Brianti, Robi Bonardi, Paolo Bucci, Giancarlo Ceci, Carlo Chiesa, Claudia Corbani, Zaira Dalla Rosa Prati, Tonino Fereoli, Armando Gabba, Gino e Dino, Gabriele Majo, Enrico Maletti, Corrado Marvasi, Achille Mezzadri, Alberto Michelotti, Edda Ollari, Maria Francesca Piedimonte, Victor Poletti, Francesca Strozzi, Paola Sanguinetti, Lorenzo Sartorio, Maurizio Trapelli (Al Dsèvod, secondo la grafia della Famìja Pramzàna), Daniele Villani, Paolo Zoppi. Riprese di Steve Mezzadri e Pietro Maletti. Montaggio di Steve Mezzadri. Sigle di Pietro Maletti. Realizzazione del video nella Sala Gandolfi della Corale Verdi.

O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


domenica 30 gennaio 2011

Quelle che il basket - Serie A1

GRANDE LAVEZZINI
CONTRO
LA BESTIA NERA

La squadra di coach Procaccini, finalmente al completo, al PalaCiti si è fatta un sol boccone del Club Atletico Faenza, avversario molto ostico, contro il quale ha dovuto soccombere molto spesso - Il risultato, 61 a 38, la dice lunga

La bestia nera, il Club Atletico Faenza, oggi al PalaCiti è diventata un agnellino sacrificale e contro un Lavezzini finalmente al gran completo, ci ha rimesso le penne. A metà gara sotto di dieci punti (31 a 21 a favore delle gialloblu), le romagnole alla fine sono state quasi "ridicolizzate", concludendo il mastch a meno 23 (61 a 38) per le ragazze di coach Procaccini. Dopo tante partite sfortunate, a volte concluse con la sconfitta proprio alla fine del match, finalmente si è rivisto un Lavezzini sicuro di sé, vincente, anzi trionfatore.
Determinante l’innesto della neo arrivata Sauret, Antibe è la solita miglior marcatrice con 17 punti e fantastico quarto periodo di Mauriello. Questo in estrema sintesi la chiave dell’incontro giocato al PalaCiti valido per il quarto turno di ritorno. Tutte e tre le atlete, infatti, terminano in doppia cifra oggi, ma prova di gruppo esaltante con il capitano Franchini a dare la carica giusta. Soprattutto Mauriello show nel quarto periodo, con un totale nel mach di 14 punti.Standing ovation all'uscita di Sautet: tutto il pubblico del PalaCiti in piedi. È l’innesto che serviva a questa squadra. Ha carisma ed esperienza da vendere. Parma sale quindi a quota dieci punti in classifica e si preparerà in settimana per la difficilissima trasferta di domenica prossima ad Umbertide, dove affronterà la Liomatic dell’ex Zara e tenterà ancor di più di ricucire il disavanzo di punti che le rimangono per cercare ancora di entrare nella griglia dei playoff. Giocando come si è giocato oggi, tutto è ancora possibile.

(Nelle foto: 1) Audrey Sauret; 2) Paola Mauriello)

Nessun commento: