/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

giovedì 27 gennaio 2011

Oggi 110° anniversario della scomparsa

UNA GIORNATA
DEDICATA
A GIUSEPPE VERDI

Il 27 gennaio 1901, quindi precisamente 110 anni fa, Giuseppe Verdi spirava nella sua camera dell'Hotel et de Milan, in via Manzoni - Per tradizione, fin dal primo anniversario, la data della sua scomparsa viene ricordata con numerose celebrazioni, a Milano, Busseto e Parma - Questa sera, al Teatro Verdi di Busseto, Nabucco
LE CELEBRAZIONI
Alle 9 una delegazione del Club dei 27, con il presidente Giovanni Reverberi, depone una corona d'alloro nella casa natale di Verdi, alle Roncole di Busseto.
Alle 11, a Milano, Santa Messa celebrata nella cappella privata della "Casa di riposo per musicisti "Giuseppe Verdi", in piazza Buonarroti 29.
Alle 11, la Corale Verdi e il Coro del Teatro Regio, diretti dal maestro Martino Faggiani rendono omaggio al monumento a Verdi, in piazzale della Pace, cantando il "Va pensiero". Presenti anche la delegazione del Club dei 27, appena tornata dalle Roncole, associazioni musicali cittadine, il sovrintendente al Teatro Regio Mauro Meli e l'assessore alla cultura Luca Sommi.
Alle 18, 30 a Busseto, come si ripete puntualmente da 109 anni, vale a dire dal primo anniversario della scomparsa del Maestro, messa solenne nella Collegiata di San Bartolomeo, durante la quale il Coro della Collegiata canterà la Messa gregoriana Pro Defunctis. Dopo la messa un corteo popolare, sulle note del "Va pensiero" si reca a deporre una corona davanti al monumento di Verdi, in piazza. La cerimonia è indetta dal Comune di Busseto, con la collaborazione dell'associazione "Amici di Verdi"
Alle 20,30, al Teatro Verdi di Busseto,
va in scena
Nabucco, con orchestra e coro del Teatro Verdi e cast vocale a cura delle classi di canto del Conservatorio "Boito" di Parma. Nabucco: Dong Chul Son; Fenena: Erika Beretti; Ismaele: Stefano La Colla; Gran Sacerdote di Belo: Se Yun Kim; Zaccaria: Enrico Giuseppe Iori; Abdallo: Dong Won Woo; Abigaille: Maria Simona Cianchi; Anna: Barbara Aldeghieri. Direttore e concertatore: Marcello Rota; Maestro del coro: Emiliano Esposito; Regia, scene e costumi di Artemio Cabassi.
(Nella foto: la salma di Giuseppe Verdi sul letto di morte).

Nessun commento: