/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

domenica 30 gennaio 2011

La scomparsa di Paolino Menozzi

CIAO PAVLÉN UNO DEGLI ULTIMI
BALUARDI DELLA PARMIGIANITÀ

È mancato ieri mattina al "Città di Parma", all'età di 91 anni, Paolino Menozzi, uno degli ultimi baluardi, non l'ultimo, della parmigianità - Grande amico di Parma Lirica, alle riunioni conviviali non mancava mai di raccontare divertenti barzellette e di recitare la celebre poesia di Pezzani "I dan l'Otello" - Leo Nucci: "Sono molto, molto dispiaciuto, era un vero amico. Un uomo di grande sensibilità, un artista davvero, sapeva raccontare barzellette anche forti con estrema eleganza" - Paolo Ampollini: “Quanti ricordi... Eravamo molto amici, ero la sua “spalla” quando raccontava le barzellette” - Patrizia Monteverdi: "Lo ricordo come un vecchio gentiluomo, un vero signore, che aveva come valore aggiunto una straordinaria parmigianità"

di ACHILLE MEZZADRI
Ciao Pavlén. Ieri mattina Parma ha perso un altro tassello del suo zoccolo duro di parmigianità. Se ne è andato, purtroppo per sempre, all’età di 91 anni compiuti da poco, Paolino Menozzi, per tutti Pavlén, grande amico di Parma Lirica sicuramente, ma di tutta Parma, perché quell’omino gentile, sempre curato, sempre elegante, capace di raccontare barzellette spinte senza mai cadere nella volgarità, era un estratto di parmigianità, l’essenza stessa della parmigianità. Grande Pavlén. Anch’io ho avuto la fortuna di conoscerlo, e di parlargli, in più di un’occasione, durante riunioni conviviali a Parma Lirica. Ho anche...........
LEGGETE L'ARTICOLO COMPLETO
IL SERVIZIO DI PARMAINDIALETTO

Nessun commento: