/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

mercoledì 12 gennaio 2011

In continuo aumento gli amici su Facebook

SICURI A GONFIE VELE
Si avvicina a quota mille il numero degli iscritti al gruppo "Salviamo la statua del Mat Sicuri a Parma": ieri in poco più di 8 ore è cresciuto di 47 unità, da 903 a 950 - E un altro parmigiano si è fatto fotografare accanto alla statua

Cresce la "Sicuri Fever". Basta un sollecito e l'attenzione sopita attorno alla statua di Enzo Sicuri in piazzale della Macina, ancora a rischio trasloco, si riaccende. Ieri il gruppo su Facebook "Salviamo la statua del Mat Sicuri a Parma", che alle 15,19 era formato da 903 iscritti, dopo un nostro appello di "aggredire" al più presto quota mille, è salito in poco più di otto ore a quota 950. Al raggiungimento dell'obiettivo (minimo) dei mille iscritti, mancavano quindi soltanto 50 adesioni. E un altro "amico di Sicuri", Giovanni Blanco, è andato a farsi fotografare ieri accanto alla statua. Vi consigliamo di seguire il suo esempio. Approfittiamo dell'occasione per ricordare un'altra grande battaglia, per ora un po' sopita, di Pramzanblog: teniamo sveglia l'attenzione sul destino di San Francesco del Prato. Si era detto, ed è stato confermato, che saranno i francescani a gestirla, ma non si è più saputo niente. Anche in questo caso il gruppo su Facebook (ora con 1286 iscritti) ha bisogno di un aiutino... Quando avremo archiviato le "pratiche" Sicuri e San Francesco del Prato, Pramzanblog potrà dedicarsi a nuove "battaglie". Grazie a tutti.

1 commento:

Maganuco ha detto...

Mez, come già dissi altrove la statua perde il suo fascino se troppo avvicinata dalla siepe. E' uno sfregio visivo.