/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

martedì 11 gennaio 2011

Derubato Paolo Bucci, il maratoneta del deserto

"STAVO ALLENANDOMI
DALLE PARTI
DI LANGHIRANO
E MI HANNO PORTATO
VIA TUTTO"

Il popolare ultrarunner, recentemente ottavo alla "555+" nel Sahara egiziano, stava allenandosi assieme ad un'amica quando i ladri hanno aperto la sua automobile, parcheggiata davanti alla chiesa di Arola, e rubato tutto quello che hanno trovato: portafoglio con i documenti, smartphone, giaccone e abbigliamento sportivo - "Il bottino supera i mille euro" - "Mi hanno lasciato praticamente in mutande" - "Ho saputo dopo che quella zona da tempo è presa di mira dai ladri, gli abitanti sono disperati"

di ACHILLE MEZZADRI










Paolo Bucci, l'ultrarunner parmigiano che recentemente è arrivato ottavo alla "555+" nel Sahara egiziano, è stato lasciato... in mutande dai ladri che hanno portato via tutto, ma proprio tutto, dalla sua Mercedes classe B parcheggiata domenica mttina davanti alla chiesa di Arola, nel langhiranese, mentre lui si stava allenando con un'amica. Bottino da oltre mille euro: cellulare Blackberry, portafoglio contenente documenti ma anche 270 euro in contanti, giaccone dell'Atletica Manara e cambio completo di abbigliamento sportivo. "Quella zona la conoscevo bene, mi ero già allenato più volte lì", ci hja detto Bucci "ma non sapevo che da un po' di tempo è diventata a forte rischio furti. Sono arrivato ad Arola verso le 10,30 e ho parcheggiato l'auto proprio davanti alla chiesa, premurandomi di nascondere il portafoglio sotto il sedile. poi sono partito con una mia amica per una sgambata di 21 chilometri, praticamente una mezza maratona. Al ritorno, alle 12,45, ho notato subito che c'era una portiera socchiusa. Poi subito dopo ho visto il finestrino infranto dalla parte el guidatore. Non volevo credere ai miei occhi: hanno portato via tutto quello che potevano portar via: il cellulare Blackberry, il portafoglio con dentro 270 euro, il mio giaccone dell'Atletica Manara, e non capisco perché, visto è assolutamente personalizzato e non può certo essere rivenduto a nessuno, e poi tutto l'abbigliamento sportivo che avevo in macchina per cambiarmi dopo l'allenamento. Sì, mi hanno lasciato in mutande... al freddo, con il finestrino rotto, mentre andavo a fare denuncia ai carabinieri di Colorno, visto che io risiedo a San Polo di Torrile. Subito dopo il furto ho visto un signore della zona che aveva posteggiato la sua Mercedes a pochi metri dalla mia. Mi ha detto che quando è uscito, alle 11,30, ha visto la mia macchina intatta e che invece ha notato una portiere socchiusa al ritorno, alle 12,30. Il furto è stato consumato in quell'ora lì. Quel signore mi ha anche detto che tutta la zona, e ancora più casatico, è da un po' di tempo presa di mira dai ladri". Abbiamo chiesto a Paolo Bucci a che punto è con l'iscrizione alla prossima "Bad Water" nella Valle della morte negli Stati Uniti. "Entro il 15 febbraio", ci ha risposto "manderò la domanda e già il 18 avrò la risposta. Spero di essere accettato alla gara, che si svolgerà in luglio. Comunque, se per la terza volta non mi prenderanno, per luglio ho in mente una nuova impresa: il "Cammino di Santiago di Compostela", il percorso seguito ogni anno da migliaia di pellegrini. Loro, camminando, ci mettono tre settimane, io , correndo, impiegherò 9 giorni". (a.m.)

1 commento:

Maganuco ha detto...

Beh, l'operato del Sindaco si fa sentire. L'aver puntato molto sul miglioramento della sicurezza dei cittadini così come promesso in campagna elettorale è già un punto fermo. Risultato acquisito. Bravo Peter.