/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

giovedì 16 dicembre 2010

Una foto, una storia -140-

L'INCONTRO RAVVICINATO
TRA IL CUOCO
E IL CRITICO
GASTRONOMICO

Nel gennaio 1997, al Ristorante Parizzi di via della Repubblica si celebrò un evento molto importante: la presentazione del "piatto del buon ricordo", un segno distintivo molto importante nel campo della ristorazione. Nel "parterre de roi" degli invitati c'erano grandi nomi della gastronomia e della ristorazione, così capitò che, seduti l'uno accanto all'altro, ci fossero un famoso chef e un famoso critico gastronomico. Alleanze e trame segrete? Macchè. I due erano lì soltanto come invitati e il critico per altro, amico di tutti i ristoratori, è sempre stato famoso per la sua assoluta imparzialità. Ma chi era il cuoco? E chi il critico? Se siete rimasti incuriositi, cliccate qui sotto e andatevi a leggere la nuova puntata della rubrica Una foto, una storia, a firma di Gion Guti. E se invece il quesito non vi desta curiosità, permettete un consiglio: cliccate lo stesso.
IL CUOCO E IL CRITICO GASTRONOMICO

Nessun commento: