O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


mercoledì 8 dicembre 2010

Un servizio dedicato al grande tenore

BERGONZI SU "CHI"
Nel nuovo numero del settimanale "Chi" c'è un' intervista di Roberto Allegri a Carlo Bergonzi, che l'11 dicembre, a Venezia, riceverà il premio "Rubinstein"
A Milano è già uscito, a Parma arriva domani il nuovo numero del settimanale "Chi" diretto da Alfonso Signorini, con una bella intervista (di tre pagine) di Roberto Allegri (fotografie di Nicola Allegri) al grande tenore bussetano Carlo Bergonzi, che sabato sera 11 dicembre riceverà al Teatro La Fenice di Venezia il prestigioso premio "Una vita per la musica - Arthur Rubinstein". A Bergonzi quella sera sarà dedicato un grande concerto, con, tra gli altri, il basso parmigiano Michele Pertusi e il soprano Desirée Rancatore. Per "Chi" Carlo Bergonzi, assieme alla moglie Adele, con la quale è sposato da sessant'anni, ha aperto le porte della sua casa milanese e ha raccontato i momenti più importanti della sua vita e della sua carriera, cominciata, addirittura, da autodidatta. Un bel servizio, tutto da leggere.

Nessun commento: