/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

lunedì 20 dicembre 2010

Pittori di Parma: Sylvia Massera

“SONO NATA A PARIGI
E ORA DIPINGO
PAESAGGI METROPOLITANI”

Domani si inaugura a Gusto Più Café di viale Mentana 130 una “personale” della pittrice parmigiana Sylvia Massera, nata nella capitale francese, ma cresciuta nella nostra città - “Presento una quindicina di oli su tela che ho raccolto con il titolo di ‘Paesaggi metropolitani’” -“Quando andavo a scuola alla Pascoli avevo come insegnante di disegno Claudio Spattini” - “Mi considero un’autodidatta, comunque ho fatto quattro anni di scuola serale di pittura, il mio maestro è stato Giovanni Melegari”













di ACHILLE MEZZADRI
Se fosse rimasta in Francia adesso sarebbe per tutti, da una vita, Silvie Massera, pronunciando alla francese così: Silvì Masserà. Invece Sylvia Massera, parmigiana, figlia di parmigiani, a Parigi ci è solo nata, perché i suoi genitori in quel periodo lavoravano lì. Poi, avrà avuto sei, sette mesi, è arrivata nella sua vera città, Parma. E qui è cresciuta, qui ha lavorato, qui si è incuneata in lei, per non uscirne più, la passione per la pittura. “Mi considero un’autodidatta”, dice “perché non ho frequentato il liceo artistico, non ho studiato, fin da ragazza, per diventare un’artista. Ma la voglia era troppo grande, la passione non aveva confini, e così, per fare le cose sul serio, poi ho frequentato una scuola serale. Quattro anni di scuola serale. Dopo il lavoro, a imparare la figura, le proporzioni. Il mio maestro è stato Giovanni Melegari. Ma il mio primo “incontro” con la pittura vera risale addirittura alle medie, alla Pascoli, dove il mio maestro di disegno era.......
LEGGETE L'ARTICOLO COMPLETO

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Sono stupendi farò in modo di venire all'inaugurazione. Anch'io ho fatto la media Pascoli e ho avuto come insegnante Spattini, ma non so dipingere. Ma qualche illuminazione l'ho avuta da quella scuola. Ho fatto anch'io le scuole serali e poi il fotoreporter e il giornalista. Nei suoi dipienti ho trovato molte affinità con le mie foto di cronaca. Sono smanioso di vederli dal "vivo". à bientot. Giovanni Ferraguti

sylvia ha detto...

Grazie per il suo commento e sono felice che le mie opere le siano piaciute, sarò molto felice di conoscerla all'inaugurazione.
Sylvia