O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


lunedì 6 dicembre 2010

La nuova puntata di "Su il sipario"

GIGÈT, IL RE
DEI LOGGIONISTI E
INTERVISTA CON
STEFANIA MAIARDI
La nuova puntata della rubrica "Su il sipario" di Paolo Zoppi, comprende due belle interviste: una con Luigi Mistrali, da tutti conosciuto come Gigèt , la voce più autorevole dei loggionisti, e una con il mezzosoprano Stefania Maiardi, che deve la sua carriera a due grandi nomi della lirica, Carlo Bergonzi e Renato Bruson
Questa volta Paolo Zoppi, per non farci mancare niente, ha confezionato la sua bella rubrica "Su il sipario" con ben due interviste. In ordine di presentazione, la prima l'ha fatta con Luigi Mistrali, conosciutissimo nell'ambiente musicale cittadino (e non solo) come Gigèt. Mistrali è un uomo cresciuto a pane e lirica e frequenta il loggione dal 17 aprile 1947: potrebbe scrivere, da quella data in poi, la storia delle rappresentazioni liriche al Regio. Per altro ha una memoria di ferro e ricorda nomi, date, situazioni. Una bella intervista davvero. Ma non è da meno quella con Stefania Maiardi, talentuoso mezzosoprano di casa nostra, che deve la sua carriera a due grandi nomi, Carlo Bergonzi e Renato Bruson e che abbiamo visto una settimana fa al Regio nel concerto "Parma canta per la Sla"
(Nelle foto: Luigi Mistrali e Stefania Maiardi)
LEGGETE "SU IL SIPARIO"

Nessun commento: