/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

martedì 7 dicembre 2010

Intervista con Maurizio Trapelli, Al Dsèvvod

FINALMÉNT A GH’Ò
AL VESTÌ NÓV

Stamattina, nella sede della Famìja Pramzàna, è stato presentato il nuovo costume della maschera cittadina - È costato quasi quattromila euro, ma la spesa è stata interamente coperta da sponsor privati e da privati cittadini - Quello indossato finora da Trapelli era vecchio di 37 anni – “Era tutto scolorito, da giallo-blu era diventato giallo-grigio e poi aveva un odore…” - “Il modello è stato fatto dalla Linda, una sarta albanese che vive a Parma da una ventina d’anni, i ricami li ha fatti la signora Folli” - “Spianerò il vestito nuovo la sera della “scarpetta d’oro” della Famìja, per Sant’Ilario - “Per quell’occasione mi è venuta una bella idea…” – Abbiamo avvicinato anche Ferdinando Sandroni, il responsabile dell’Agenzia per l’associazionismo: “Sono stati in tanti i padri di questo nuovo costume”, dice “in particolare Emio Incerti, Cariparma e Avis”

di ACHILLE MEZZADRI

“Finalmént a gh’ò al vestì nóv”. Viene spontanea questa frase a Murizio Trapelli, in arte Al Dsèvvod, la maschera cittadina che è diventata simbolo della Famìja pramzàna e della città intera. Oh, intendiamoci, non è per vanità o per capriccio che al sjór Trapéli, da un paio d’anni, ha cercato di farsi rinnovare il costume, già indossato, prima di lui, dal lontano 1973, da altri quattro Dsèvvod (Ubaldo Grassi, Romano Arpiani, Francesco Sciacco e Alberto Bardiani). “Il fatto è”, dice Trapelli “che ormai era scolorito da matti, il giallo e blu iniziale era diventato soprattutto......
(Nelle foto: 1) Maurizio Trapelli (Al Dsèvvod) accanto al nuovo costume /da Parmaindialetto/; 2) La parte scritta in dialetto dell'articolo di Parmaindialetto)
LEGGETE L'INTERVISTA COMPLETA
IL SERVIZIO DI PARMAINDIALETTO

Nessun commento: