Canzone natalizia del dicembre 2011 dedicata a tutti i parmigiani. Testo e musica di Achille Mezzadri, arrangiamento di Roberto Barrali, Coro delle Voci Bianche della Corale Verdi diretto da Beniamina Carretta. Produzione dell'allora (poi defunto) "Superblog pramzàn" (Pramzanblog di Achille Mezzadri, Parmaindialetto di Enrico Maletti e Stadiotardini.com di Gabriele Majo). Con: Vittorio Adorni, Luciano Armani, Monica Bertini, Mauro Biondini, Alberta Brianti, Robi Bonardi, Paolo Bucci, Giancarlo Ceci, Carlo Chiesa, Claudia Corbani, Zaira Dalla Rosa Prati, Tonino Fereoli, Armando Gabba, Gino e Dino, Gabriele Majo, Enrico Maletti, Corrado Marvasi, Achille Mezzadri, Alberto Michelotti, Edda Ollari, Maria Francesca Piedimonte, Victor Poletti, Francesca Strozzi, Paola Sanguinetti, Lorenzo Sartorio, Maurizio Trapelli (Al Dsèvod, secondo la grafia della Famìja Pramzàna), Daniele Villani, Paolo Zoppi. Riprese di Steve Mezzadri e Pietro Maletti. Montaggio di Steve Mezzadri. Sigle di Pietro Maletti. Realizzazione del video nella Sala Gandolfi della Corale Verdi.

O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


lunedì 22 novembre 2010

Verso la conclusione la massacrante "555+"

I TRE CONQUISTATORI
DEL SAHARA EGIZIANO
(oggi arriva Bucci!)

Grande prova del parmigiano Paolo Bucci, 58 anni appena compiuti, che sta portando a termine anche la sua seconda "555+", questa volta di 585 chilometri - Nell'ultima segnalazione era a 40 chilometri dall'arrivo all'oasi di Dakhla
Quelli che vediamo nella prima foto sono i tre vincitori, pari merito, della massacrante "555+" di 585 chilometri non stop nel Sahara egiziano, una delle diavolerie di Alain Gestin. Da sinistra Patrice Fayol, che vinse anche la precedente edizione, ma in solitudine, Thierry Corbarieu e Dominique Audry. Hanno completato il percorso, aiutandosi l'un l'altro, in 143 ore. Nella foto sotto vediamo invece la prima donna all'arrivo, Florence Gay, insieme con il suo compagno di squadra (Cho La Dune) Corbarieu. Foto scattata in giornata: sembrano due villeggianti, non due conquistatori del deserto. Florence è arrivata quinta (prima delle donne) assieme al connazionale Xavier Auban, in 166 ore e 15 minuti. Al quarto posto invece Gérard Segui, 154h30'. Settimo posto garantito per Patrick Ostrowski, che nell'ultima segnalazione era a 4 chilometri dall'arrivo. Ottava posizione ormai acquisita anche per il "nostro" pramzàn Paolo Bucci, unico italiano a concludere la corsa (l'altro, Antonio Ferrari, si è ritirato) dato a 40 chilometri da Dakhla. Arriverà certamente in giornata, se non addirittura in mattinata. Grande prestazione la sua, considerato che ha 58 anni, compiuti proprio in corsa, giovedì 18.
(Nelle foto: 1) Da sinistra Patrice Fayol, Thierry Corbarieu, Dominique Audry; 2) Corbarieu e Florence Gay; 3) Paolo Bucci in una precedente "333" in Egitto)

Nessun commento: