/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

giovedì 11 novembre 2010

Gino e Dino e la barzelletta cancellata

IL "PIANTO" DI DINO
DOPO
L'OSCURAMENTO

SU YOUTUBE

















Aldo Musci, l'ormai popolare cabarettista parmigiano del duo "Gino e Dino", che spesso vediamo nei prologhi di "Striscia la notizia", è un uomo dal cuore buono e di animo molto sensibile e così è stato colto dal fotografo mentre, preso da una crisi di sconforto, ha appreso piangendo da una telefonata che la barzelletta andata in onda il 5 novembre (Dino: “Devi arrenderti agli irreversibili processi di invecchiamento”. Gino: “Processi? Ma non avevamo in ballo qualcosa per eliminarli?”), è stata cancellata da Youtube per intervento di R.T.I. (Reti Televisive Italiane, società posseduta al 100 per cento da Mediaset), con la seguente motivazione: "Questo video include contenuti di R.T.I. che sono stati bloccati dallo stesso proprietario per motivi di copyright". Il video era stato "rubato" da Pramzanblog Tv alle immagini diffuse da "Striscia" e Aldo Musci, il simpatico Dino, sa come (come sappiamo a Pramzanblog Tv) che questo non si fa. Quindi anche Dino concorda naturalmente sulla regolarità della decisione di R.T.I., ma il cuore è debole e come si fa a non versare una lacrimuccia? Dino ora teme che la stessa sorte sia riservata anche alle altro quattro precedenti apparizioni con Gino a "Striscia" (attualmente ancora su Youtube) e si domanda: "Quale sarà il futuro delle "differite" di Pramzanblog Tv? Non si potranno più ascoltare le "barzellette berlusconiane" della coppia su Youtube? Se il motivo fosse quello che molti immaginano, qui sì ci sarebbe da ridere. O no?
(Nelle foto: 1) Il "pianto" di Dino /by Gabriele Majo per "Stadiotardini.com/; 2) Dino (a sinistra) e Gino mentre raccontano a "Striscia la notizia" la barzelletta "oscurata" poi su Youtube)
PER CHI NON L'HA ANCORA LETTO: L'EDITORIALINO

Nessun commento: