/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

martedì 2 novembre 2010

È morto Algiso Toscani, ex giocatore del Parma

CIAO GISO, CAMPIONE
NEGLI STADI
E NELLA VITA

Nato a Salsomaggiore, avrebbe compiuto 90 anni il 13 novembre - Giocò nel Bologna, nel Pescara e nel Parma e poi divenne allenatore - Dopo l’8 settembre 1943 fuggì dalla divisione di fanteria con la quale aveva combattuto in Jugoslavia e aderì alla lotta partigiana - Alberto Michelotti: “Piango un amico, anche se era più vecchio di me: eravamo ragazzini e andavamo a vederlo giocare. Era un centravanti fortissimo”

di ACHILLE MEZZADRI
Ciao Giso. Così veniva chiamato, semplicemente, Algiso Toscani, classe 1920, da Salsomaggiore. Centravanti. Di quelli forti, tosti, che facevano paura ai portieri, nel primo dopoguerra. Avrebbe compiuto 90 anni il 13 novembre. Giocò nel Bologna, nel Pescara, indossò con grande onore la maglia crociata (46 partite, 16 gol). Ai tempi dell’allenatore Cattaneo, di Cavallina, di Bronzoni, di Gaibazzi. Tempi quando i calciatori non facevano solo i calciatori, ma per vivere erano impegnati anche in altri mestieri. Giso era un centravanti che non stava tanyo tempo a pensare. Riceveva la palla da un compagno e, zac, la tirava verso la porta avversaria. Quanti gol. Quanti ricordi con gli amici dell’associazione “Noi ex gialloblu”, nata nel 1995. Fino all’anno sorso andava regolarmente ai raduni, riabbracciava i vecchi amici, ricordava quelli che non c’erano più. Nel 2001 fu anche........
LEGGETE L'ARTICOLO COMPLETO
IL RICORDO DI SETTORE CROCIATO

Nessun commento: