/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

mercoledì 3 novembre 2010

Documenti dello sport parmense

QUEL TRIONFO LONTANO
AL VELODROMO
DI FIRENZE

La scomparsa del grande dirigente sportivo Enzo Sforni ha fatto riemergere dall'archivio personale di Giorgio Gandolfi una foto del 1949, testimonianza di due grandi vittorie degli atleti del Cus Parma

Il giovanotto che vedete felice circondato dal cerchietto rosso è Enzo Sforni, l'ex presidente del Cus Parma scomparso ieri. Aveva 24 anni quando, l'8 maggio 1949, questa foto fu scattata al velodromo di Firenze, dove Gino Guerra, figlio della "locomotiva umana" Learco Guerra e studente di medicina all'Università di Patma, aveva appena vinto, con la maglia del Cus Parma, il secondo titolo dell'inseguimento. Per la foto ricordo Gino Guerra posò con i rugbisti del Cus Parma che pure avevano vinto il titolo. Che nomi leggendari dello sport parmense ci sono in questa fotografia, uscita dall'archivio personale del nostro amico e collega Giorgio Gandolfi, che ce l'ha inviata. Si riconoscono, oltre a Sforni, Calzolari, Andina, Guerra, Zanoni, Mancini, Gianni Del Bono, Giovanni Re, Giorgio Fornari, Pisaneschi, Amadei, il professor Padiglioni, Antonio Serra, Enrico Fanti, detto Richén, medico della Trinità, e Alberto Fornari.
CLICCARE SULLA FOTO PER INGRANDIRE

Nessun commento: