O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


lunedì 1 novembre 2010

Alla vigilia del giorno dei defunti

CARA PAOLA,
TI SCRIVO...

Nelle ore in cui i parmigiani affollano la Villetta nel ricordo dei loro cari, Pramzanblog immagina la grande attrice parmigiana Paola Borboni come "guida" dei parmigiani famosi "ospiti" del nostro cimitero monumentale e le scrive una lettera.....










Cara Paola, sei tu che accogli i parmigiani che in questi giorni, per la commemorazione dei defunti, entrano alla Villetta dal secondo ingresso, quello di San Pellegrino. Li accogli con la tua tomba che già mostra il segno degli anni, con il marmo rosa ricoperto di chiazze bianche. Qualcuno si ferma, ti regala un sorriso. Altri, più giovani, non sanno nemmeno chi eri. E passano oltre con i loro pensieri, con un mazzo di fiori tra le mani. E l’IPhone. Non sanno, cara Paola, che....
LEGGETE LA LETTERA COMPLETA

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Achille sei un grande!! Lettera meravigliosa. Ancora complimenti.
Angelo

Anonimo ha detto...

Molto bella davvero...