O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


martedì 5 ottobre 2010

Una foto, una storia -109-

IL DISSENSO AL REGIO,
UN "EVENTO" NATURALE
Si fa un gran parlare in questi giorni e in queste ore, del clamoroso dissenso manifestato dal pubblico (in particolare dal loggione, la temuta "piccionaia") alla "prima" del Trovatore, in particolare nei confronti del mezzosoprano Marianna Tarasova. Ma il dissenso al Regio è un "evento" naturale, che si perde nella notte dei tempi. Nella nuova puntata di "Una foto, una storia", che Giovanni Ferraguti firma con lo pseudonimo di Gion Guti, rivive proprio una clamorosa contestazione, avvenuta il 28 dicembre 1961 nei confronti del tenore Ruggero Bondino, Alfredo in "Traviata" diretta da Arturo Basile. La "Gazzetta di Parma", diretta dal mitico Baldassarre Molossi, organizzò perfino un dibattito, tra il maestro Basile e una rappresentanza di loggionisti. Arrivarono a Parma la Rai Tv e gli inviati di tutti i più importanti giornali italiani. E Molossi disse.... Per sapere cosa, cliccate qui sotto.

Nessun commento: