Canzone natalizia del dicembre 2011 dedicata a tutti i parmigiani. Testo e musica di Achille Mezzadri, arrangiamento di Roberto Barrali, Coro delle Voci Bianche della Corale Verdi diretto da Beniamina Carretta. Produzione dell'allora (poi defunto) "Superblog pramzàn" (Pramzanblog di Achille Mezzadri, Parmaindialetto di Enrico Maletti e Stadiotardini.com di Gabriele Majo). Con: Vittorio Adorni, Luciano Armani, Monica Bertini, Mauro Biondini, Alberta Brianti, Robi Bonardi, Paolo Bucci, Giancarlo Ceci, Carlo Chiesa, Claudia Corbani, Zaira Dalla Rosa Prati, Tonino Fereoli, Armando Gabba, Gino e Dino, Gabriele Majo, Enrico Maletti, Corrado Marvasi, Achille Mezzadri, Alberto Michelotti, Edda Ollari, Maria Francesca Piedimonte, Victor Poletti, Francesca Strozzi, Paola Sanguinetti, Lorenzo Sartorio, Maurizio Trapelli (Al Dsèvod, secondo la grafia della Famìja Pramzàna), Daniele Villani, Paolo Zoppi. Riprese di Steve Mezzadri e Pietro Maletti. Montaggio di Steve Mezzadri. Sigle di Pietro Maletti. Realizzazione del video nella Sala Gandolfi della Corale Verdi.

O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


martedì 5 ottobre 2010

"Trovatore": sostituita Marianna Tarasova

IN BOCCA AL LUPO MZIA
Questa sera va in scena al Regio la prima "replica" del "Trovatore, con cast parzialmente rinnovato: il Conte di Luna sarà Claudio Sgura, che si è ripreso dopo la tracheite e Azucena sarà Mzia Nioradze, che prende il posto, fino al 18 ottobre, di Marianna Tarasova, contestatissima nella "prima" - La Nioradze, georgiana, è da anni una collaudata Azucena, che sembra uno dei suoi "cavalli di battaglia"
Tanto tuonò che piovve, ha scritto pochi giorni fa Paolo Zoppi nella sua critica della "prima" del Trovatore, riferendosi ai vivaci dissensi per Marianna Tarasova, e ora possiamo ripeterlo. La Tarasova non proseguirà nel suo cammino sul palcoscenico del Regio. Non è stata "protestata", però, come molti si aspettavano. Il Regio ha emesso semplicemente questo comunicato: "Il Teatro Regio di Parma informa che in seguito all’acutizzarsi di una indisposizione che ha colpito Marianna Tarasova, il ruolo di Azucena nelle recite del 5, 9, 15, 18 ottobre 2010 sarà interpretato da Mzia Nioradze e nelle recite del 23, 26, 28 ottobre 2010 da Irina Mishura". Non stiamo a commentare il comunicato. Ci limitiamo a regalare un potente "in bocca al lupo" al mezzosoprano georgiano Mzia Nioradze. Non una pivellina. Ha già cantato al Metropolitan di New York, ha un solido repertorio verdiano (Fenena in Nabucco, Preziosilla in La forza del destino, Amneris in Aida, Eboli in Don Carlo, Ulrika in Un ballo in maschera, Mistress Quickly in Falstaff, Federica in Luisa Miller e, soprattutto, una collaudata Azucena nel Trovatore. In Italia ha cantato in questo ruolo già a Bologna e Modena nel 2005, diretta da Carlo Rizzi.

Nessun commento: