/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

venerdì 22 ottobre 2010

Speciale Festival Verdi - Intervista con il giovane maestro Andrea Battistoni

"DIRIGO L'ORCHESTRA
E SUONO IL BASSO
IN UNA ROCK BAND
"

Paolo Zoppi ha intervistato per noi il giovane direttore veronese (23 anni), protagonista di “Attila” a Busseto e grande rivelazione del Festival Verdi 2010 - ” - “Già a due, tre anni, papà mi spiegava le opere” - “Dirigo senza spartito per poter seguire più attentamente i cantanti in scena”

"Un concentrato di energia, incisivo, vigoroso e delicato al tempo stesso, Andrea Battistoni quando scende dal "trono aurato" il cui sgabello non è insanguinato ma ricco di puro fervore giovanile, è semplicemente Andrea". Così comincia l'articolo che il nostro Paolo Zoppi, per la serie "I protagonisti" del Festival Verdi 2010, ha dedicato al maestro Andrea Battistoni, veronese, 23 anni, grande protagonista di Attila a Busseto e considerato la grande rivelazione del Festival. Una bella e completa intervista, nella quale il giovane direttore svela tutto di sé, dalla passione per la musica nata quando ancora aveva due, tre anni, alla sua vita di ragazzo normale, che suona il basso in una rock band, va spesso su Facebook e sta bene in compagnia con amici e amiche. Un'intervista tutta da leggere.
LEGGETE L'INTERVISTA DI ZOPPI AD ANDREA BATTISTONI

Nessun commento: