/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

lunedì 18 ottobre 2010

SPECIALE FESTIVAL Armiliato sostituito

MAURO MELI:
“QUEL RAGAZZO
È STATO
BRAVISSIMO”

LEO NUCCI:
"IL PUBBLICO
SI È EMOZIONATO"
IL POPOLO DEL WEB:
"POVERO REGIO,
POVERA PARMA"

Ieri pomeriggio, nel matinée dei “Vespri siciliani”, il tenore genovese, che già alla “prima” del 10 ottobre aveva cantato indisposto, ha rinunciato all’improvviso alla terza recita (dopo il successo nella seconda) per una nuova indisposizione - È stato sostituito all’improvviso dal giovane tenore coreano Kim Myung Ho, studente del Conservatorio, che in mattinata ha cantato in un concerto al Castello di Torrechiara - “Abbiamo saputo della defezione di Armiliato a mezzogiorno”, ha detto a Pramzanblog il Sovrintendente Mauro Meli “e siamo andati a prendere Kim a Torrechiara per portarlo al Regio” – “Conosceva l’opera perché aveva partecipato alle prove, però per lasciarlo tranquillo l’abbiamo lasciato vestito in borghese e con lo spartito” – “È stato bravissimo” – “La recita di ieri pomeriggio”, ci ha detto Leo Nucci “è stata un momento di grande teatro e di grande umanità” – “Il pubblico ha capito e si è emozionato” - Ma sul Web si leggono critiche violente - Su "Operaclick": “Neanche in un teatrino di Ulan Bator, la capitale della Mongolia, sarebbe pensabile vedere uno studente in scena con lo spartito”










di ACHILLE MEZZADRI
Certo che questo Festival Verdi fa parlare. Nel bene e nel male. Virus influenzali, contestazioni, successi, ovazioni. Chi difende. Chi accusa. Un cocktail di emozioni. Ieri pomeriggio l’ultima. L’improvvisa defezione di Fabio Armiliato, l’Arrigo de I Vespri Siciliani, che già non era stato bene alla “prima” del 10 ottobre e che, dopo una “seconda” superata brillantemente, al terzo impegno si è ritrovato con la febbre e impossibilitato a salire sul palcoscenico. Una defezione improvvisa, che è giunta all’orecchio del sovrintendente al Regio, Mauro Meli, alle 12,15, quando lo spettacolo del pomeriggio era in programma per le 15,30. Che fare? La “cover” di Armiliato, vale a dire il sostituto, c’era, il tenore coreano Kim Myung Ho, studente al 5° anno del Conservatorio “Arrigo Boito”, ma era impegnato in un concerto con alcuni colleghi del “Boito” al Castello di Torrechiara. Così i dirigenti del Regio, per non far saltare la rappresentazione, l’hanno allertato e sono andati a prenderlo. All’ora stabilita per l’opera il giovane tenore coreano era in scena. Ma, situazione clamorosa per una rappresentazione di un’opera lirica, in abiti “civili”, cioè vestito com’era al concerto di Torrechiara. E con lo spartito tra le mani. Il pubblico, che.......
(Nelle foto: 1) Leo Nucci e il giovane tenore coreano Kim Myung Ho, con lo spartito, nella recita di ieri dei "Vespri" (by Patrizia Monteverdi); 2) Leo Nucci e Mauro Meli (by aemme)
LEGGETE L'ARTICOLO COMPLETO

Nessun commento: