/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

giovedì 7 ottobre 2010

SPECIALE FESTIVAL - Anteprima dei "Vespri"

SE ANDRÀ COSÌ
ANCHE DOMENICA
SARÀ UN TRIONFO
Entusiasmo alle stelle per una straordinaria "anteprima" dei "Vespri siciliani", con quattro protagonisti d'altissimo livello, Leo Nucci, Fabio Armiliato, Daniela Dessì e Giacomo Prestia - Ovazioni per tutti, anche per la direzione di Massimo Zanetti, per la regia di Pier Luigi Pizzi e, come sempre, per il coro






Tutti contenti. Applausi alle stelle. Se la "prima" di domenica sera andrà come l'anteprima di oggi pomeriggio - ed è nell'aria che andrà ancora meglio - i "Vespri siciliani", seconda opera in cartellone del Festival Verdi 2010, sarà un trionfo. I principali inteepreti, Leo Nucci, Fabio Armiliato, Daniela Dessì e Giacomo Prestia, hanno infiammato il pubblico. L'opera, come si sa, non è una di quelle che scaldano gli animi, a parte la straordinaria e famosissima ouverture - oltretutto in questa edizione di Parma (l'opera mancava dalla nostra città da oltre un secolo) non c'è nemmeno il balletto delle "Quattro stagioni", previsto nella stesura originale in francese (l'opera fu costruita da Verdi sul filone del Grand Opéra) - però lo spettacolo è piaciuto moltissimo ed è stato di alto livello. Ovazioni per tutti, anche per il direttore d'orchestra Massimo Zanetti, per la regia di Pier Luigi Pizzi e, come sempre, per il coro. Come una vera "prima". L'appuntamento è per domenica sera.
(Nella foto: Fabio Armiliato e Daniela Dessì)

Nessun commento: