/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

mercoledì 13 ottobre 2010

La presa di posizione del basso parmigiano Michele Pertusi sul Festival Verdi

“NON SI PUÒ
FAR PASSARE

UNA FETTA

DI MORTADELLA

PER CULATELLO”
Ha destato grande clamore in città (e non solo) la lettera che il cantante ha scritto alla “Gazzetta di Parma” e che è stata pubblicata domenica, proprio nel giorno della “prima” de “I vespri siciliani” - Nel documento ha fortemente criticato il modo con cui viene gestito il Festival Verdi e ha invitato il sindaco Vignali a intervenire con fermezza sulla gestione della Fondazione Regio e
del Festival” - “Ho lanciato il sasso e confermo tutto”, ha detto Pertusi a Pramzanblog da Zurigo – “L’ho fatto per Verdi e per la mia città” – “La situazione attuale non è più accettabile” – “Ho ricevuto la solidarietà di varie personalità del mondo musicale e di tanta gente comune”
di ACHILLE MEZZADRI
Domenica mattina, davanti all’ara di Verdi, in Piazzale della Pace, è echeggiato un rombo di guerra. Era la “bomba” fatta esplodere dalla Gazzetta di Parma, che proprio nel giorno del compleanno di Verdi e della “prima” de I Vespri siciliani, ha pubblicato una lettera al veleno del basso parmigiano Michele Pertusi. Tutti l’hanno letta a Parma (e non solo) e l’aspra critica al Festival Verdi (per come è gestito) scritta dal celebre cantante, ha perfino quasi messo in secondo piano la celebrazione verdiana, che pure è stata commovente e sentita. Con il mio Pramzanblog, e con la collaborazione dell’amico Paolo Zoppi, da tempo seguo con attenzione e passione le vicende del Regio e delle varie associazioni cittadine, interpretando l’animo musicale dei parmigiani, per cui non potevo certo lasciar passare sotto silenzio la clamorosa presa di posizione di Pertusi. Per questo ho voluto sapere da lui che cosa l’ha spinto a questo atto di coraggio, a questa scelta di esporsi così in prima linea. L’ho trovato a Zurigo, dove.......
LEGGETE L'ARTICOLO COMPLETO

1 commento:

Anonimo ha detto...

Pertusi fa un pò il Pierino. E' meglio che si dia una calmata.
Agelo