O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


venerdì 8 ottobre 2010

Da intervistato a intervistatore: Gino e Dino

STRISCIA L’INTERVISTA
(adésa sèmma päri)

Nel dicembre scorso Achille Mezzadri, assieme all’amico e collega Gianfranco Bellè, al Theatro del Vicolo di Egidio Tibaldi, era finito sotto le simpatiche grinfie di Luigi Furlotti e Aldo Musci - Poi i due popolari disc - jockey hanno scoperto di avere un talento comico e hanno formato il duo “Gino e Dino”, che sta avendo grande successo - Scoperti da Enzo Iachetti, stasera sono a “Striscia la notizia” - Così Mezzadri può rendere pan per focaccia con un’intervista tutta da ridere ai due comici
di ACHILLE MEZZADRI
Venerdì 11 dicembre 2009, io e l’amico e collega Gianfranco Bellè rigirati come calzini dai disc-jockey Luigi Furlotti e Aldo Musci, molto popolari a Parma, sul palcoscenico del piccolo ma prezioso Teatro del Vicolo di Egidio Tibaldi. Rivoltati, sia chiaro, non con malanimo, ma con arguzia, ironia, straordinaria simpatia. Insomma, mi sono, e ci siamo, divertiti un casino, con quel folletto di Egidio che girava tra noi con aria stralunata e un cappellaccio da strega. Non conoscevo Luigi e Aldo e mi sono ritenuto fortunato di averli conosciuti. Sono passati solo dieci mesi e scopro che Furlotti e Musci adesso hanno la doppia vita. Continuano a fare i disc-jockey, e a riempire le disco-teche, ma hanno anche messo su un duo comico e sfruttando i diminutivi dei loro nomi. Luigino è diventato Gino e Aldino è diventato Dino. Dopo aver fatto i simpaticoni nelle discoteche per una vita adesso Gino e Dino fanno letteralmente sbudellare dal ridere quelli che hanno la fortuna di assistere ai loro spettacoli. Primo fra tutti Enzo Iachetti, che............
LEGGETE L'INTERVISTA COMPLETA

Nessun commento: