/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

giovedì 21 ottobre 2010

Anche Filiberto Molossi è su Twitter

UN FILM
IN 140 BATTUTE

Il critico cinematografico della "Gazzetta di Parma" ha sfidato se stesso: ogni giorno sullo stringatissimo social network scrive una minirecensione, che secondo le regole di Twitter non può superare i 140 caratteri - Il suo pseudonimo è Lazslokovacs

Da qualche giorno i lettori avranno notato (è scritto sotto la foto di copertina) che Pramzanblog è "sbarcato" su Twitter (nella colonna di destra c'è il link), l'emergente social network dove gli utenti possono esercitare il cosiddetto "microblogging": ognuno cioè può avere una sua pagina, tipo blog, dove però i testi dei suoi post, qui chiamati tweets, cinguettii, non possono avere una lunghezza superiore ai 140 caratteri. In questo spazio risicatissimo si può al massimo far stare un link a una pagina più complessa. Pramzanblog comincia ad avere già i suoi "followers", cioè utenti che seguono i suoi "tweets", e così è in grado di dare in tempo reale notizie e collegamenti al sito. Insomma, Twitter alla pramzàna. E oggi apprendiamo, con gioia, che anche Filiberto Molossi, classe 1969, figlio del mai dimenticato Baldassarre Molossi e fratello del direttore della "Gazzetta" Giuliano, è su Twitter, con lo pseudonimo di Lazslokovacs. László Kovács, scomparso tre anni fa, ungherese naturalizzato americano, è stato uno dei più grandi direttori della fotografia del cinema e ha firmato film come Easy Rider. Filiberto, si sa, è il critico cinematografico della "Gazzetta", eredità importante visto che la rubrica fu anche di suo padre, ed ora con Twitter ha voluto sfidare se stesso: scrivere ogni giorno una recensione restando nell'angusto spazio di Twitter: 140 battute. Impresa non impossibile, ma difficile, e Filiberto ci sta riuscendo alla grande. Qualche esempio? Tipo: "Mangia prega ama" * Sbadiglia insulta scappa: un pasticcio turistico inzuppato in un mare di stereotipi. E la Roberts e' una lagna. Oppure: "Quella sera dorata" *** Quel che resta di Ivory non e' niente male: in un mondo fuori dal mondo un bel film di reciproche fascinazioni". Filiberto Molossi, pardon, Lazslokovacs, ha già 21 followers (tra i quali Pramzanblog). Complimenti. /Se volete seguire su Twitter "Lazslokovacs" e "Pramzanblog", andate nella colonna di destra, cliccate su "Twitter" e iscrivetevi gratuitamente/
(Nelle foto: 1) Filiberto Molossi in atteggiamento "montanelliano"; 2) La pagina Twitter di "Lazslokovacs")
L'ARTICOLO DI FILIBERTO MOLOSSI SULLA "GAZZETTA"

Nessun commento: