/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

giovedì 23 settembre 2010

Una foto, una storia -104-

LA CODA INTERMINABILE
PER UN BIGLIETTO AL REGIO
Dai tempi dei tempi la passione pramzàna per la lirica si rinnova con le interminabili code che si formano davanti al Regio prima di una recita della Stagione lirica o del Festival Verdi. Gli amici fanno i turni, si danno il cambio, per essere sempre presenti agli "appelli", pena l'esclusione della fila. Un rito antico e impietoso, che ogni anno solleva polemiche, ma che continua. Giovanni Ferraguti lo ha documentato e ora lo ripropone nella sua rubrica "Una foto, una storia", che firma con lo pseudonimo di Gion Guti. Cliccate qui sotto.

Nessun commento: