Da Pramzanblog a Mezzadri&Co.
/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

martedì 21 settembre 2010

Una foto, una storia -103-

IL GHIACCIO ARRIVAVA
DAL FRIGORIFERO COMUNALE
Con l'avvento dell'era degli elettrodomestici la vita quotidiana è diventata più facile. Ma com'era prima? Come si arrangiava la gente, per esempio, per conservare i generi alimentari? Con la ghiacciaia, la giasära come la chiamavamo a Parma. I giasär arrivavano dal Frigorifero Comunale o dal Frigorifero Merli con i loro tricicli pieni di colonne di ghiaccio e ogni famiglia acquistava un pezzo di ghiaccio, in alcuni casi perfino la colonna intera. Giovanni Ferraguti ha documentato anche la fine di quell'era pre-elettrodomestici, lasciando ai posteri la foto del Frigorifero Comunale di viale Piacenza, che si trovava dove sorge adesso lo Star Hotel Du Parc. Potete vederla nella nuova puntata della rubrica "Una foto, una storia", a firma Gion Guti. Cliccate qui sotto.

Nessun commento: