O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


martedì 10 agosto 2010

Una foto, una storia -73-

QUEL CONCERTO
NEL PARCO DUCALE
In questa puntata di "Una foto, una storia" Giovanni Ferraguti, che si firma come sempre con lo pseudonimo di Gion Guti, ci ricorda una bella usanza che è andata perduta: i concerti domenicali nel Parco Ducale. Gion Guti ci propone infatti una fotografia con il maestro Giovanni Veneri che dirige un concerto domenicale per un vastissimo pubblico di parmigiani, nel vialone principale del parco, quello che porta alla storica peschiera, con il Trianon. Peccato, l'usanza è andata perduta e sarebbe così bello se potesse essere resuscitata... Per saperne di più e per vedere la foto, cliccate qui sotto.

1 commento:

pramzanserass ha detto...

Questo sarebbe veramente il concerto da organizzare nel nostro giardino. Non ho nulla contro Bob Dylan, Mario Biondi e gli altri artisti che si sono esibiti al parco Ducale in questa estate ' 10.