Canzone natalizia del dicembre 2011 dedicata a tutti i parmigiani. Testo e musica di Achille Mezzadri, arrangiamento di Roberto Barrali, Coro delle Voci Bianche della Corale Verdi diretto da Beniamina Carretta. Produzione dell'allora (poi defunto) "Superblog pramzàn" (Pramzanblog di Achille Mezzadri, Parmaindialetto di Enrico Maletti e Stadiotardini.com di Gabriele Majo). Con: Vittorio Adorni, Luciano Armani, Monica Bertini, Mauro Biondini, Alberta Brianti, Robi Bonardi, Paolo Bucci, Giancarlo Ceci, Carlo Chiesa, Claudia Corbani, Zaira Dalla Rosa Prati, Tonino Fereoli, Armando Gabba, Gino e Dino, Gabriele Majo, Enrico Maletti, Corrado Marvasi, Achille Mezzadri, Alberto Michelotti, Edda Ollari, Maria Francesca Piedimonte, Victor Poletti, Francesca Strozzi, Paola Sanguinetti, Lorenzo Sartorio, Maurizio Trapelli (Al Dsèvod, secondo la grafia della Famìja Pramzàna), Daniele Villani, Paolo Zoppi. Riprese di Steve Mezzadri e Pietro Maletti. Montaggio di Steve Mezzadri. Sigle di Pietro Maletti. Realizzazione del video nella Sala Gandolfi della Corale Verdi.

O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


sabato 21 agosto 2010

Rugby - Oggi al XXV Aprile l'Adidas Cup

E DALLA NEBBIA
SBUCANO... I CROCIATI
Gli atleti del Crociati Rugby, allenati da Pippo Frati, non si fermano davanti a nessun ostacolo - Anche le nubi basse su Lagrimone, dove sono stati in ritiro, non hanno scalfito la loro preparazione - Oggi debuttano nella Adidas Cup al XXV aprile (ore 17), un triangolare con gli Aironi di Bernini e il Granducato di De Marigny

Ma chi sono quei "gladiatori" che sbucano dalla nebbia, o meglio dalle nubi basse che ricoprono Lagrimone, sull'Appennino parmense? Sono i giocatori del Crociati Rugby, la società nata dal "matrimonio" tra la Rugby Parma e il Noceto Rugby. Negli ultimi due anni il Noceto aveva completato la preparazione in Val Seriana, a Rovetta, invece quest'anno il Crociati Rugby, società della quale è presidente Luigi Villani, ha scelto Lagrimone come luogo di ritiro. E qui gli uomini di Pippo Frati si sono allenati con ogni condizione atmosferica, anche... tra le nubi. Oggi avranno i primi riscontri sul campo. Parteciperanno infatti a Parma, al campo XXV aprile di Moletolo, alla terza edizione dell'Adidas Cup, contro gli Aironi, la franchigia che parteciperà alla Magners Celtic League, e il GranDucato Rugby, la società nata dall'unione tra il Gran Parma e il Rugby Colorno, che parteciperà come i Crociati al campionato d'eccellenza. Inizio alle 17, prima partita (gli incontri sono di due tempi di venti minuti l'uno) GranDucato - Aironi. A seguire Aironi - Crociati Rugby e GranDucato - Crociati Rugby. Favoriti d'obbligo gli Aironi di Bernini, che hanno già disputato due amichevoli in Francia, una vittoria e una sconfitta.

Nessun commento: