O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént.


sabato 31 luglio 2010

Una foto, una storia -69-

IL NONNO
DEI TELEFONINI
Chi non ha un cellulare, oggi? Non c'è da stupirsi se, prima o poi, vedremo anche i clochard con il telefonino... Ma nel 1985 "l'invasione" non era ancora cominciata e poteva capitare al massimo di vedere in giro qualche radiotelefono, molto simile a una ricetrasmittente, in pratica il "nonno" dei telefonini. Giovanni Ferraguti, nella sua rubrica "Una foto, una storia", che come sempre firma con lo pseudonimo di Gion Guti, ce ne fa vedere uno, tra le mani di una bella ragazza. Cliccate qui sotto.

Nessun commento: