O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


martedì 6 luglio 2010

La sesta puntata della rubrica di Elvis Piovani

PARMA DA RISCOPRIRE:
LA FONTANA
DEL TRIANON
Elvis Piovani ci accompagna sui sentieri della nostra città che non c'è più, alla riscoperta di monumenti, chiese, palazzi, intere vie, spesso capolavori che sono stati cancellati o spostati, o divisi in più parti e spesso "nascosti" in qualche angolo - Oggi ci fa la storia della Fontana del Trianon
La bella invisibile. Sarebbe un capolavoro, anche se le mancano dei pezzi. Ma è quasi "scomparsa". La folta vegetazione la nasconde alla vista dei parmigiani e dei turisti. In più, pur essendo una fontana, è addirittura... senz'acqua. Amaro destino della nostra Fontana del Trianon, quasi "gemella" del Buffet d'Eau di Versailles. Elvis Piovani, nella sua rubrica "Parma da riscoprire", commenta l'attuale deprecabile stato della nostra Fontana del Trianon e ne racconta la storia, che parte dagli inizi del Settecento. Puntata tutta da seguire.
(Nelle foto: 1) Elvis Piovani; 2) Il logo di "Parma da riscoprire"; 3) La Fontana del Trianon, ormai quasi invisibile (by Elvis Piovani/)

Nessun commento: