Canzone natalizia del dicembre 2011 dedicata a tutti i parmigiani. Testo e musica di Achille Mezzadri, arrangiamento di Roberto Barrali, Coro delle Voci Bianche della Corale Verdi diretto da Beniamina Carretta. Produzione dell'allora (poi defunto) "Superblog pramzàn" (Pramzanblog di Achille Mezzadri, Parmaindialetto di Enrico Maletti e Stadiotardini.com di Gabriele Majo). Con: Vittorio Adorni, Luciano Armani, Monica Bertini, Mauro Biondini, Alberta Brianti, Robi Bonardi, Paolo Bucci, Giancarlo Ceci, Carlo Chiesa, Claudia Corbani, Zaira Dalla Rosa Prati, Tonino Fereoli, Armando Gabba, Gino e Dino, Gabriele Majo, Enrico Maletti, Corrado Marvasi, Achille Mezzadri, Alberto Michelotti, Edda Ollari, Maria Francesca Piedimonte, Victor Poletti, Francesca Strozzi, Paola Sanguinetti, Lorenzo Sartorio, Maurizio Trapelli (Al Dsèvod, secondo la grafia della Famìja Pramzàna), Daniele Villani, Paolo Zoppi. Riprese di Steve Mezzadri e Pietro Maletti. Montaggio di Steve Mezzadri. Sigle di Pietro Maletti. Realizzazione del video nella Sala Gandolfi della Corale Verdi.

O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


giovedì 8 luglio 2010

Domani sciopera anche il nostro giornäl-blòggh

ANCHE PRAMZANBLOG
È CONTRO
LA LEGGE BAVAGLIO
Il sindacato dei giornalisti ha indetto per domani venerdì 9 luglio la "giornata del silenzio dell'informazione" per protestare contro il disegno di legge Alfano che limita la libertà di stampa - Oggi sono in sciopero i giornalisti della carta stampata, domani quelli delle radio e tv, degli uffici stampa e del web








Il primo "sciopero" di Pramzanblog. Non mettiamola in politica, per carità, ma domani è un giorno importante per la libertà di stampa nel nostro Paese. Perché, se l'appello del sindacato dei giornalisti (la FNSI) sarà raccolto con unanimità (o quasi), i giornalisti italiani faranno sentire la loro voce di dissenso (con un silenzio assordante -l'ossimoro qui è d'obbligo-) nei confronti del disegno di legge Alfano che prevede pesanti sanzioni, anche il carcere, contro editori e giornalisti che, come si legge nella nota della FNSI, "danno conto di fatti di cronaca giudiziaria e indagini investigative". Pramzanblog, i lettori lo sanno bene, non fa politica, non dà notizie di cronaca quotidiane (se non in qualche rara occasione), non segue la cronaca giudiziaria, non pubblica i testi di intercettazioni (nemmeno riportando quelle pubblicate da altre fonti di stampa e riguardanti personaggi parmigiani) perché ha un solo "credo": la parmigianità. Ma Pramzanblog è una testata giornalistica fondata, e diretta, da un giornalista che ama moltissimo la propria professione e che ha sempre creduto nella sua funzione di servizio al pubblico, quindi attraverso un'informazione che sia onesta e veritiera, certo, ma libera da lacci e "veline". Per questo anche Pramzanblog, anche se è soltanto un piccolissimo giornäl-blòggh tutt pramzàn, si allineerà a tutta la stampa libera con il suo silenzio - assordante. (mez)
(Nella foto: la vignetta di Rolli pubblicata oggi dal Secolo XIX)

1 commento:

Anonimo ha detto...

Con tutto il rispetto e la buona volontà, non riesco capire cosa c'entra fare sciopero (silenzio assordante!?!)Non era meglio un'altra forma di protesta, ad esempio un bell'articolo di fondo su tutti i quotidiani? E poi FNSI, ANM, tutti sindacati unici di categoria...adesione bulgara o quasi...mah!?!
Angelo