/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

sabato 5 giugno 2010

Una foto, una storia -37-

QUEL "QUADRO"
DI 24 METRI
IN VIA CAVOUR
E all''improvviso, nel 1986, spuntò, in via Cavour, un "quadro" lungo la bellezza di 24 metri. Un'opera a Guinness dei primati. Lo realizzò uno dei nomi più celebrati dell'architettura e dell'arte parmense, Mino Lusignoli, recentemente scomparso. L'opera, molto curiosa, fu srotolata in via Cavour, proprio davanti alla storica libreria Battei e Giovanni Ferraguti, il curioso della cronaca, la immortalò per le pagine della "Gazzetta". Ma chi ispirò Lusinoli per un "quadro" di queste dimensioni, non certo da appendere ma caso mai da guardare passeggiando in bicicletta? Per saperlo basta cliccare qui sotto: troverete la risposta nella rubrica di Gion Guti "Una foto, una storia".

Nessun commento: