/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

mercoledì 16 giugno 2010

Un bel libro del “quasi pramzàn” Roberto Allegri

QUEI CANI SUPEREROI
Roberto Allegri, giornalista e scrittore, esperto di etologia, e molto legato a Parma dove spesso vive e lavora con il padre Renzo (che abita vicino a Salso), ha pubblicato con Armenia il libro “Cani supereroi” che racconta la storia della Scuola Italiana Cani Salvataggio

di TONY ASSANTE
foto di NICOLA ALLEGRI
L’immagine sembra tratta da un film di Robert Redford. Due persone parlano davanti ad un camino acceso e sul loro viso si muovono i riverberi delle fiamme. La luce, dello stesso colore del tramonto, si riflette sui bicchieri di vino. Ai loro piedi, un enorme cane, nero come la notte che il fuoco tiene lontana. Da quest’atmosfera è nato il libro Cani supereroi (Armenia Editore), che racconta la storia della Scuola Italiana Cani Salvataggio. Ferruccio Pilenga, il fondatore della scuola, e lo scrittore Roberto Allegri hanno trascorso serate a parlare e ricordare per dare vita ad un libro che ha il respiro del romanzo. “Perché le vicende di questa scuola”, dice l’autore del libro “le avventure vissute da Pilenga col suo terranova Mas, il primo salvataggio in mare, i voli in elicottero........
(Nelle foto: 1) La copertina del libro; 2) Roberto Allegri, a destra, e Ferruccio Pilenga, ideatore della “Scuola Cani da Salvataggio”, posano con alcuni dei magnifici esemplari che hanno conseguito il brevetto della prestigiosa scuola)

Nessun commento: