/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

lunedì 28 giugno 2010

La nuova puntata di "Su il sipario"

ORESTE COSIMO
E LE "VERDISSIME"
Paolo Zoppi ci propone questa settimana, in "Su il sipario", l'intervista a un giovane tenore che studia al Conservatorio "Boito" da tre anni, Oreste Cosimo - Ha già cantato nella Corale Verdi, nel Coro del Regio ed ha appena debuttato nel Coro della Scala - Nella rubrica anche la presentazione del concerto "Si può morir d'amor" organizzato dalle "Verdissime" a Piacenza - L'Almanacco è dedicato al ricordo di Boris Christoff




Oreste Cosimo è un giovane tenore di Crotone che ha scelto il Conservatorio "Arrigo Boito" di Parma per i suoi studi di canto e che a Parma sta muovendo i primi passi della sua carriera. Ha già cantato nella Corale Verdi, nel Coro del Regio e ha appena debuttato nel Coro della Scala. Paolo Zoppi l'ha intervistato per la puntata di questa settimana di "Su il sipario". Nello stesso numero c'è anche la presentazione del concerto "Si può morir d'amor", organizzato dalle Verdissime nel cortile di Palazzo Farnese a Piacenza. L'Almanacco di questa settimana è dedicato al ricordo del basso bulgaro Boris Christoff, scomparso il 28 giugno 1993.
(Nella foto: 1) Oreste Cosimo; 2) La locandina del concerto di Piacenza)

1 commento:

pramzanserass ha detto...

Veramente interessante l' iniziativa ideata a piacenza per favorire il restauro di un' antico organo come il Bossi dei Teatini.
Sarebbe utile ripetere simili eventi anche nell' altra citta' del Ducato.Purtroppo anche quì da noi ve ne sono diversi di antichi strumenti purtroppo muti da anni.